SI’ all’integrazione regionale dei popoli, NO all’Accordo di Associazione

MINGA INFORMATIVA DEI MOVIMENTI SOCIALI - Sezione Comunicazione Via Campesina – ATC. Le associazioni Via Campesina, Alleanza Sociale Continentale dell'America Centrale, Associazione Latinoamericana per la Promozione allo Sviluppo, America Centrale per il Dialogo, Campagna Centroamericana Acqua fuori dall'AdA, Piattaforma Sindacale Comune Centroamericana, in occasione dell'ottava riunione per l'Accordo di Associazione UE-America Centrale (tenutasi nella città di Managua, Nicaragua, il 19 e 20 maggio), hanno realizzato numerose iniziative per discutere la posizione delle diverse associazioni - tutte a carattere regionale- , in merito alle trattative in corso per la stipula dell'accordo commerciale tra America Centrale e Unione Europea ( in occasione di un precedente incontro in Honduras, il Movimento Sociale Centroamericano ha incontrato il presidente hondureno Manuel Zelaya, il quale ha accolto le proposte del movimento, impegnandosi a presentarle di fronte agli altri presidenti centroamericani nel corso della riunione del SICA - Sistema di Integrazione Centroamericana).

LEGGI TUTTO

Perù: sciopero della fame dei popoli indigeni contro il TLC con gli USA

Perù: i Popoli Indigeni andini e dell'Amazzonia annunciano al Congresso peruviano uno sciopero della fame. Chiedono l'approvazione da parte dell'Assemblea Plenaria della deroga ai decreti legislativi del TLC (Trattato di Libero Commercio) con gli Stati Uniti. Quarantadue dirigenti indigeni delle organizzazioni andine e amazzoniche si sono recati nella Sala Bolognesi del Congresso della Repubblica per annunciare che inizieranno immediatamente uno sciopero della fame se l'Assemblea non includerà nell'agenda delle discussioni la deroga ai decreti legislativi riguardanti il Trattato di Libero Commercio con gli Stati Uniti e che minacciano i diritti territoriali delle comunità indigene.
LEGGI TUTTO

I Vertici mondiali e la crisi: dal G20 all’OSA obiettivo superare la crisi. Ma come?

I recenti summit del G20 di Londra, dell'OSA a Puerto Espana e dell'ALBA a Caracas avevano un obiettivo comune, ossia quello di analizzare la crisi mondiale attuale e elaborare politiche concrete per mitigarne gli effetti. I leader del G20, i cui paesi concorrono da soli a circa l'85% della produzione mondiale, si sono divisi sulle azioni da intraprendere per frenare la recessione economica mondiale. A Puerto Espana, Trinidad e Tobago i presidenti dei paesi occidentali si sono trovati in disaccordo su quasi tutti i punti contenuti nell'agenda delle discussioni. Non sono neanche arrivati a discutere della crisi globale.

LEGGI TUTTO

Dichiarazione di Cumanà (Paesi dell’ALBA)

Documento dei paesi dell’Alternativa Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA) nel V Vertice delle Americhe. 

Noi Capi di Stato e di Governo di Bolivia, Cuba, Dominica, Honduras, Nicaragua e Venezuela, paesi membri dell’ALBA, consideriamo che il progetto di Dichiarazione del V Vertice delle Americhe sia insufficiente ed inaccettabile per i seguenti motivi: 
 non fornisce risposte al tema della Crisi Economica Globale, nonostante questa costituisca la maggiore sfida alla quale l’umanità abbia fatto fronte negli ultimi decenni e sia la maggior minaccia attuale al benessere dei nostri popoli; esclude senza motivo Cuba, senza tenere in conto il consenso generale, esistente nella regione, alla condanna dell’embargo e dei tentativi di isolamento cui il suo popolo ed il suo governo sono stati incessantemente oggetto, in modo criminale.

LEGGI TUTTO

Vertice delle Americhe: cambio di prospettiva nelle relazioni con gli USA?

Aiuterà il Vertice delle Americhe a tracciare un nuovo percorso nelle relazioni USA-America Latina? - Il quinto Vertice delle Americhe, che si svolge dal 17 al 19 aprile a Trinidad e Tobago, vede la partecipazione di 34 capi di Stato ed ha come tema centrale “Assicurare il futuro dei nostri cittadini promuovendo la prosperità umana, la sicurezza energetica e la sostenibilità ambientale”. I mezzi di comunicazione dei paesi latino americani hanno trattato il vertice come una tappa molto significativa nello sviluppo futuro delle relazioni statunitensi-latino americane.
LEGGI TUTTO

Cuba: Fidel sferza Obama “non chiediamo elemosine”

In un articolo pubblicato nei giorni scorsi, il lider cubano ha reclamato la fine dell'embargo e ha detto che l'isola "non chiede l'elemosina", giacchè "ha resistito e resisterà" - L'ex presidente e lider cubano Fidel Castro ha assicurato che "Cuba ha resistito e resisterà", e che "non tenderà mai la sua mano chiedendo elemosina", poche ore dopo l’annuncio, da parte del mandatario statunitense Barack Obama, di misure per eliminare le restrizioni su viaggi e spedizioni di carichi verso l’isola.
LEGGI TUTTO

TLC con l’Unione Europea acuirà la crisi economica Andina

Continuano le negoziazioni del Trattato di Libero Commercio tra Unione Europea  Colombia, Ecuador e Perù. Invece che negoziazioni a blocco come previsto dal mandato della UE, a causa della contrarietà della Bolivia l'Europa ha scelto di portare avanti negoziazioni bilaterali con i tre paesi che accettano l'accordo, anche a rischio di danneggiare il processo di integrazione della regione andina.

LEGGI TUTTO