Nigeria: tornano i sequestri sul Delta del Niger

Rapiti tre britannici e un colombiano che lavorano per la Shell. - Tornano i sequestri nel Delta del Niger. Nell’attacco, nello Stato del Rivers, è morto uno dei poliziotti della scorta. Secondo quanto riferito da alcune fonti della sicurezza alla Reuters, alcuni uomini armati nella mattina di ieri intorno alle 7.30 hanno rapito tre lavoratori britannici e un colombiano nel corso di un attacco al loro convoglio nei pressi della zona petrolifera di Port Harcourt, capitale dello Stato del Rivers.

LEGGI TUTTO

Dieci anni di Forum Sociale Mondiale

Il Forum Sociale Mondiale FSM compie 10 anni. Continua il processo di consolidazione di “ un altro mondo è possibile” Karol Assunção * Adital -  Nel 2001, circa 20 milioni di persone si riunivano a Porto Alegre,  Río Grande do Sul, Brasile, per la costruzione di “ un altro mondo”. Nasceva li Forum Sociale Mondiale ( FSM), che aveva come obiettivo indebolire e decostruire il dominio delle regole economiche imposte da parte dei paesi più ricchi al Forum Economico Mondiale di Davos (Svizzera).

LEGGI TUTTO

Nigeria: secondo Amnesty Shell e Eni responsabili di violazioni di diritti umani

Secondo il rapporto pubblicato recentemente da Amnesty International Shell e Eni sarebbero fra le compagnie petrolifere responsabili delle ripetute e gravi violazioni di diritti umani nel paese africano.
L'inquinamento ha causato una "tragedia dei diritti umani sul Delta del Niger". Le responsabilità principali sono del governo e delle compagnie petrolifere. Amnesty Italia ha scritto a riguardo all'ENI. Amnesty International ha dichiarato che una tragedia dei diritti umani e' in atto nel Delta del Niger. I diritti umani della popolazione vengono violati dalle compagnie petrolifere, che il governo nigeriano non puo' o non vuole chiamare a rispondere del proprio operato.

LEGGI TUTTO