Ecuador: accordo in sei punti tra CONAIE e governo

CONAIE raggiunge accordo con il governo ecuadoriano - Istituzionalizzazione del dialogo, rafforzamento dell'educazione bilingue, commissione mista per discutere della Legge sull'Acqua, condanna dei responsabili della morte del cittadino shuar Bosco Wisum, analisi della riforma della Ley de Minería sono solo alcuni dei punti più importanti dell'accordo raggiunto il 5 ottobre scorso tra il presidente ecuadoriano Rafael Correa e la CONAIE (Confederazione di Nazionalità Indigene dell'Ecuador).
LEGGI TUTTO

21 settembre: giornata mondiale contro le monocolture

Il 21 settembre è stata dichiarata giornata internazionale contro le monoculture. Le monocolture uccidono la biodiversita’ e sono una delle ragioni principali per la deforestazione e gli sfollamenti che causano veri e propri stermini di popoli indigeni. Impegnarsi per la biodiversita’ delle colture significa anche tutelare la biodiversita’ culturale dei popoli: come e’ necessario impedire l’esistenza di una sola forma di vita vegetale a discapito delle altre, cosi’ e’ necessario garantire una pluralita’ di espressioni culturali e  linguistiche, al fine di tutela il patrimonio dell’umanita’. Per questa ragione sosteniamo l'appello che trovate qui sotto e a cui potete aderire inviando una e-mail a: 21sept@wrm.org.uy con il vostro nome, il nome dell’organizzazione e il paese di provenienza.
 

LEGGI TUTTO

Nigeria: altri 30 giorni di cessate il fuoco

«Il governo usi questo tempo per fare la cosa giusta, senza parlare di pace mentre arma l’esercito per una guerra che non potrà mai vincere», ha dichiarato in un comunicato dei giorni scorsi il leader del Mend Gbomo. Secondo l’African Security Research Project - ASRP di Washington, l’esercito Nigeriano “si starebbe preparando ad un’offensiva su vasta scala alla scadenza del cessate il fuoco”.

LEGGI TUTTO

Fenomenologia del Cambiamento Climatico

Nelle ultime decadi risulta notevole l'incremento di numerosi eventi climatologici a livello mondiale: inondazioni, tempeste, uragani, grandinate, gelate, siccità, eccetera, generando innumerevoli perdite umane, materiali ed economiche (stimate per circa di 70.000 milioni di dollari annuali, colpendo circa 325 milioni di persone) e danneggiando in particolar modo le comunità locali e le popolazioni indigene più povere, nelle più svariate regioni.

LEGGI TUTTO

Rete Latinoamericana contro le Monocolture di Alberi

Per la difesa della Terra, dei territori e dell'acqua - La RECOMA adotta una visione globale e strutturale della questione delle piantagioni. Questo porta a relazionare la lotta contro le monocolture di alberi a distinti settori sociali ma anche a altri aspetti nodali come la sovranità alimentare, la lotta per la terra e per i territori, la difesa dei boschi, della biodiversità e dell'acqua contro il commercio dell'agroindustria, gli agrocombustibili, i transgenici e le false soluzioni ai cambiamenti climatici.

LEGGI TUTTO

Assalto alla biomassa del pianeta

Esiste una grande disputa industriale tra le grandi imprese biotecnologiche, che riguarda l'appropriazione della maggior quantità possibile di biomassa del pianeta, che, senza dubbio, non è né abbondante né facilmente convertibile in agenti chimici, plastici e combustibili rinnovabili ed, ancor meno, sufficiente ad esaudire tutti i propositi previsti.

LEGGI TUTTO

Rifiuti: il Messico come la Campania

di Giuseppe De Marzo A Sud [pubblicato su Carta.org] - Il Messico è per il mondo ciò che la Campania è stata e continua ad essere per l'Italia: un chiaro monito a cambiare strada prima che la catastrofe sia inevitabile. E in ambedue i casi, la catastrofe alle porte riguarda i rifiuti: sintomo di un modello di produzione e consumo che di sostenibile non ha nulla.

LEGGI TUTTO

Clima: in 4 anni l’Artico ha perso una massa di ghiaccio grande come l’Alaska

Secondo gli ultimi studi scientifici pubblicati, in quattro anni è andata perduta una massa di ghiaccio grande come l'Alaska e la calotta polare è sempre più fina. - L'Artico dà segnali di debolezza. Rispetto a ciò che è avvenuto negli ultimi anni, gli scienziati che hanno osservato l'evoluzione della calotta polare hanno tirato conclusioni molto negative. Un rapporto elaborato dalla NASA e dall'Università di Seattle (USA), pubblicato nella rivista  Journal of Geographical Research Oceans, afferma che il ghiaccio dell'Oceano Glaciale Artico è sempre di meno. Dal 2004 al 2008, la massa ghiacciata si è ridotta di un una superficie pari all'estensione dell'Alaska, oltre ad aver subito una riduzione del suo spessore di più di mezzo metro. Inoltre il ghiaccio che resiste alle temperature estive è sempre di meno.

LEGGI TUTTO