Parliamo Di Salute E Ambiente A Scuola: Costruiamo Consapevolezza A Taranto

Parliamo di salute e ambiente a scuola: costruiamo consapevolezza a Taranto

[di Laura Greco, Presidente di A Sud]

Nel mese di maggio A Sud sarà a Taranto per realizzare  interventi formativi su salute e ambiente nelle scuole secondarie del territorio 

Nella città di Taranto, secondo recenti studi epidemiologici, solo nel 2019 nei rioni i Paolo VI, Tamburi e Borgo sono 181 i decessi in più del previsto. Questo dato dimostra come la vicinanza con il polo industriale della città esponga la popolazione a un rischio di ammalarsi nettamente superiore rispetto al resto della popolazione.

L’ILVA, ora Acciaierie d’Italia S.p.A., è costituita da Am InvestCo Italy e Invitalia e produce acciaio, in particolare presso lo stabilimento ILVA di Taranto. Quest’ultimo è il più importante complesso industriale d’Europa per la produzione di acciaio, anche se in Italia ci sono anche altri stabilimenti. Presso lo stabilimento sono stati negli anni portati avanti processi produttivi con utilizzo del carbone e di altri prodotti che hanno contaminato l’ambiente di Taranto e leso la salute dei cittadini.

In questo contesto risulta straordinariamente importante far comprendere ai giovani e alle giovani abitanti del territorio quali siano i rischi per la salute dopo una prolungata esposizione a tali sostanze e come sia fondamentale la prevenzione grazie a screening medici e l’adozione di stili di vita salutari per ridurre le possibilità di contrarre patologie anche mortali.

Medici e attivisti entrano nelle scuole di Taranto per spiegare a ragazzi e ragazze il legame tra salute e ambiente

Andremo lì per spiegare a ragazze e ragazzi quale sia il nesso tra salute e ambiente, cosa sono i conflitti ambientali, quali e quante siano le emergenze ambientali nel nostro paese. Inoltre, spiegheremo perché le statistiche ci parlano di impatti sulla salute delle donne e dei bambini. Nelle aree particolarmente esposte all’inquinamento atmosferico, i dati sono infatti molto più drammatici rispetto alla media.

Le scuole sono state coinvolte grazie alla collaborazione con il CSV Taranto e il Comitato Taranto Lider.

Gli interventi vedranno la partecipazione di esperti, medici, attivisti ed educatori professionisti tra cui: rappresentanti del Comitato locale Taranto Lider, rappresentanti del Comitati Cittadini Liberi e Pensanti, medici dell’Associazione ISDE.

Approfondiremo vari temi tra cui il nesso tra la presenza di patologie legate alla salute riproduttiva come l’endometriosi e l’esposizione agli inquinanti ambientali.

Obiettivo degli interventi sarà accrescere nella cittadinanza la consapevolezza circa l’importanza della prevenzione oncologica e favorire l’adozione di stili di vita salutari.

Gli interventi di A Sud verranno realizzati subito dopo il consueto appuntamento del 1 maggio, il concerto che vede attivisti ed artisti esprimere ancora una volta la necessità di non contrapporre il diritto alla vita al diritto al lavoro.