cambiamenti climatici

Clima: accordo ridicolo. Il vertice è un fallimento

20 dicembre, 2009 | Redazione A Sud

Dopo ore di trattative e consultazioni seguite al 'no' di alcuni Paesi in via di sviluppo che minacciavano di far saltare l'intesa raggiunta ieri sera, i delegati alla Conferenza dell'Onu sul clima a Copenaghen hanno approvato una mozione con la quale accettano l'accordo mediato dagli Stati Uniti con Cina, India, Brasile e Sudafrica. «La conferenza decide di prendere nota dell'Accordo di Copenaghen del 18 dicembre del 2009», ha dichiarato il presidente della sessione plenaria della Conferenza che si era aperta nella capitale danese il 7 dicembre scorso. Dopo la forte opposizione al testo da parte di alcuni Paesi in via di sviluppo - tra cui Venezuela, Sudan, Nicaragua e Cuba - i delegati hanno rinunciato alla procedura abituale di votare punto per punto il documento, optando per la formula più soft e meno impegnativa del 'prendere notà dell'accordo.


Copenaghen: vertice sul clima senza clima di accordo

8 dicembre, 2009 | Redazione A Sud

Si è aperto ieri a Copenaghen l'atteso vertice internazionale sul clima. La COP15 che si tiene a Copenhagen è la 15ma riunione delle Parti della Convenzione sul Clima (UNFCCC).  Vista l’urgenza della questione dei cambiamenti climatici, il Bali Action Plan aveva lanciato nel 2007 una fase negoziale che sarebbe dovuta sfociare in un nuovo accordo Post-Kyoto, da adottare proprio alla COP 15 di Copenhagen.

La scarsa considerazione del Cambiamento Climatico

29 ottobre, 2009 | Redazione A Sud

Uno studio che ha incluso più di 500 grandi imprese del Regno Unito, Stati Uniti,  Germania, Giappone, India e Cina, ha verificato come solo una di dieci imprese consideri il cambiamento climatico una priorità. Lo studio rivela che le imprese si aspettano che siano i governi a capeggiare la lotta contro questo fenomeno ambientale e che in uno scenario di crisi economica mondiale, come quello che si sta prefigurando in questi giorni, è ancora meno possibile che si ritenga il cambiamento climatico un tema prioritario.

Cuba e la lotta al cambiamento climatico

28 ottobre, 2009 | Redazione A Sud

"Nonostante Cuba sia una piccola nazione, il cui contributo all'eliminazione dei gas ad effetto serra risulta quasi insignificante dal punto di vista quantitativo, fornisce un importante esempio di come operare in maniera esemplare", ha assicurato recentemente Fernando González, ministro della Scienza, Tecnologia ed Ambiente (CITMA). La comunità scientifica cubana considera fondamentale affrontare il cambiamento climatico e ridurre l'emissione dei gas contaminanti, tendenza confermata dalla prima riunione indetta dalla ONU su questo tema.

Bolivia: Popoli Indigeni e Cambiamento Climatico

19 ottobre, 2009 | Redazione A Sud

Tra il 17 e il 19 marzo si è realizzato a La Paz, Bolivia, l'evento internazionale "La Custodia dei Popoli Indigeni della Diversità Bioculturale: Gli effetti della deforestazione e dell'emissione dei gas nel Cambiamento Climatico", organizzato dai popoli Indigeni di Abya Yala (America), con l'obbiettivo di definire la situazione della regione rispetto agli effetti negativi che il Cambiamento Climatico sta producendo nei Popoli Indigeni. I Popoli Indigeni di Abya Yala (America) hanno organizzato l'evento internazionale "La Custodia dei Popoli Indigeni della Diversità Bioculturale: Gli effetti della deforestazione e dell'emissione dei gas nel Cambiamento Climatico", realizzato a La Paz, Bolivia, dal 17 al 19 marzo.


22 aprile: Giornata Mondiale della Terra

19 ottobre, 2009 | Redazione A Sud


La manifestazione è giunta alla 38° edizione

 La Giornata mondiale della Terra mobilita milioni di persone da oltre 35 anni. Nata in America nel 1970, all'epoca la sensibilizzazione all'ambiente era ancora una battaglia per pochi appassionati. Giunta alla sua 38ma edizione sarà celebrata in 174 paesi del mondo e quest'anno l'iniziativa si svolgerà con particolare attenzione alla componente ambientale, perché a preoccupare sono il 70% circa dei grandi ghiacciai che si stanno sciogliendo, l'innalzamento di oltre un metro del livello dei mari previsto dagli scienziati dell'Intergovernemental Panel on Climate Change (IPCC), l'incremento delle precipitazioni nell'emisfero Nord e l'aumento della siccità nei paesi del sud del mondo.

Back to Top ↑