LA CAMPAGNA

Il glifosato è il pesticida più usato al mondo. Si tratta di una sostanza tossica, classificata come “probabilmente cancerogena” dallo IARC, impiegata in grandi quantità nell’agricoltura intensiva tipica del modello agroindustriale, che entra nella nostra catena alimentare attraverso i cibi che mangiamo. Per chiedere che sia bandito dall’Europa è stata lanciata una Iniziativa dei Cittadini europei che, attraverso la raccolta di un milione di firme a livello europeo, intende fare pressione sulle istituzioni UE affinché scelgano di tutelare la salute dei cittadini e non gli interessi della multinazionale che produce il pesticida: la Monsanto.

Il glifosato è tra i probabili agenti cancerogeni per l’essere umano. Lo ha confermato uno studio condotto dalla Iacr (International Agency for Cancer Research) con la partecipazione dei migliori scienziati dell’Oms. Si tratta dell’ingrediente alla base dell’erbicida RoundUp di Monsanto. Ora una petizione chiede la messa al bando di questo prodotto.

IN ITALIA

Il RoundUp di Monsanto e altri erbicidi a base di glifosato sono tra i prodotti per l’agricoltura domestica e industriale più utilizzati anche in Italia. Monsanto sta facendo di tutto per ottenere il ritiro della ricerca e far restare il prodotto sul mercato. L’unico modo per fermare Monsanto è un’immediata mobilitazione globale. Quest’anno sia l’Europa che gli Stati Uniti stanno discutendo sul rinnovo della concessione all’utilizzo del glifosato. Tali decisioni rischiano di essere influenzate dalle grandi multinazionali del settore chimico. In Italia, il glifosato e i suoi derivati si trovano nel 46% delle acque superficiali. È arrivato il momento di mettere al bando il glifosato dai supermercati, dai nostri campi e dalle nostre strade.

La petizione si rivolge al Commissario UE per la Salute Vytenis Andriukaitis, alle autorità di USA, Canada e Brasile, e a tutti i ministri e i responsabili delle politiche per la salute e l’ambiente che hanno la possibilità di intervenire per eliminare un vero e proprio veleno dalle nostre vite.

UNISCITI ALLA CAMPAGNA!

FIRMA ADESSO!

E’ possibile leggere il testo dell’ICE in italiano e firmare online QUI

VIDEO SPOT CAMPAGNA

PER APPROFONDIRE

Il glifosato è il pesticida più usato al mondo. Si tratta di una sostanza tossica, classificata come “probabilmente cancerogena” dallo IARC, impiegata in grandi quantità nell’agricoltura intensiva tipica del modello agroindustriale, che entra nella nostra catena alimentare attraverso i cibi che mangiamo. Per chiedere che sia bandito dall’Europa è stata lanciata una Iniziativa dei Cittadini europei che, attraverso la raccolta di un milione di firme a livello europeo, intende fare pressione sulle istituzioni UE affinché scelgano di tutelare la salute dei cittadini e non gli interessi della multinazionale che produce il pesticida: la Monsanto.

L’iniziativa dei cittadini europei (ICE) è uno strumento per chiedere alla Commissione Europea di proporre o cambiare delle leggi in Europa. Se verranno raccolte un milione di firme in almeno 7 stati membri, la Commissione sarà obbligata a considerare la richiesta.

La campagna ice chiede di vietare l’autorizzazione all’uso del glifosato in tutti gli stati membri; di riformare le procedure di approvazione dei pesticidi in UE, affiinché si basino unicamente su studi pubblicati commissionati da autorità pubbliche competenti e non dalle aziende produttrici e di fissare obiettivi di riduzione obbligatori per l’uso dei pesticidi nei paesi membri UE

Un nuovo modello agricolo basato su metodi ecologici sarebbe compatibile sia con le necessità alimentari che ambientali. Occorrono però scelte politiche che vadano in questa direzione, sia a livello Europeo che locale.

Per questo invitiamo tutti a firmare l’ICE e a spingere la politica europea a fare una scelta non più rinviabile!

LOGO

MATERIALI

SITO WEB

MAIL DI CONTATTO

EVENTI

RASSEGNA STAMPA

IL NOSTRO DOSSIER

COPERTINA VELENO 1

IL VELENO È SERVITO 
a cura di A Sud, CDCA e Navdanya International