Porto Alegre dieci anni dopo

Giuseppe De Marzo A Sud [pubblicato su Carta.org il 15 Gennaio 2010] Sono passati dieci anni dal primo forum sociale mondiale svoltosi a Porto Alegre. Iniziò così, un po’ in sordina, il lavoro di costruzione di un altro mondo possibile. Pochi gli “addetti” ai lavori che credevano fosse possibile stimolare un processo di trasformazione sociale e politico a partire da un luogo privo di “potere” e di organi “direzionali”, tipici delle forme classiche della politica.
LEGGI TUTTO

Dieci anni di Forum Sociale Mondiale

Il Forum Sociale Mondiale FSM compie 10 anni. Continua il processo di consolidazione di “ un altro mondo è possibile” Karol Assunção * Adital -  Nel 2001, circa 20 milioni di persone si riunivano a Porto Alegre,  Río Grande do Sul, Brasile, per la costruzione di “ un altro mondo”. Nasceva li Forum Sociale Mondiale ( FSM), che aveva come obiettivo indebolire e decostruire il dominio delle regole economiche imposte da parte dei paesi più ricchi al Forum Economico Mondiale di Davos (Svizzera).

LEGGI TUTTO

Il lavoro nella crisi globale

Con 22 assemblee tematiche mattutine e una grande assemblea conclusiva nel pomeriggio, si è chiuso il primo febbraio scorso il Forum Sociale Mondiale 2009. Molto partecipata la assemblea su LAVORO NELLA CRISI GLOBALE, momento di convergenza di tutte le attivita relative a lavoro, crisi, economia e alternative svolte nei giorni precedenti. Questo è il breve appello che, dopo una lungua discussione, ne è uscito. Va sottolineata la pluralita e ampiezza della composizione della assemblea, a cui hanno partecipato 300 persone, dalla Confederazione internazionale dei sindacati alle ong, dalle associazioni dei lavoratori e lavoratrici del sesso alle numerose associazioni religiose operanti in Brasile e a livello internazionale. Si e riuscito a tradurre in una proposta unitaria la comune consapevolezza della profondita della crisi e della necessita di un cambiamento, anche grazie al lavoro svolto nei giorni precedenti dalle varie reti europee e internazionali, che hanno partecipato ai vari seminari ed assemblee su "lavoro e globalizzazione", crisi finanziaria, "forum mondiale delle alternative", "reti della economia sociale e solidale"....

LEGGI TUTTO

Ecco l’agenda dei movimenti per il 2009

Si è svolto dal 27 gennaio al 1 febbraio il Forum Sociale Mondiale n°9, celebrato a Belem do Parà – Brasile e che ha contato sulla partecipazione di oltre 100.000 iscritti provenienti da 6.000 organizzazioni di tutto il mondo.

Un Forum innovativo per molti aspetti, che ha riconosciuto un protagonismo nuovo alle lotte indigene, all'ambiente, alla difesa dell'Amazzonia, alle risposte della società organizzata alla crisi economica, finanziaria, ambientale, sociale ed alimentare che vive il Pianeta.
LEGGI TUTTO

Campagna contro la multinazionale Vale do Rio Doce: più forte dopo Belem

LA FORZA DEL SOCIAL FORUM: alleanze internazionali per un'unica resistenza alle multinazionali

di: Diego Florian - Dopo mesi di lavoro e confronto virtuale attraverso internet, i promotori di una campagna di pressione verso la Vale do Rio Doce (seconda compagnia siderurgica e mineraria al mondo) si sono trovati per la prima volta tutti insieme al Forum Sociale Mondiale di Belem, per allargare il dibattito attraverso seminari specifici e per coordinare le prossime azioni di rivendicazione.

LEGGI TUTTO

FSM 2009: Giustizia Climatica

Dichiarazione dell'Assemblea per la Giustizia Climatica, 1 febbrario

GIUSTIZIA CLIMATICA ADESSO!

No alle illusioni neoliberali, si alle soluzioni dei popoli!
Per secoli, la produzione industriale e il capitalismo hanno distrutto le nostre cultura, sfruttato la nostra forza lavoro e avvelenato il nostro ambiente.

Ora, con la crisi climatica, la Terra sta dicendo "basta!"
LEGGI TUTTO

FSM 2009: Assemblea di Solidarietà con la Palestina

Nel dicembre del 2008 Isralele ha deciso di ricordare il 60esimo anniversario della sua esistenza perpetuando il massacro contro la popolazione Palestinese. In 23 giorni Israele ha ucciso più di 1300 persone e ferito più di 5.000 Palestinesi a Gaza. L'ironia della storia è che Israele ha colpito quei Palestinesi – e i loro discendenti – che ha espulso dalle loro case e spinti dentro Gaza nel 1948, a cui ha rubato la terra, che ha oppresso sin dal 1967 attraverso una brutale occupazione militare, e che aveva provato ad affamare per mezzo di un criminale blocco dei rifornimenti di cibo, benzina ed elettricità nei 18 mesi che hanno preceduto l'attacco militare. Non possiamo più aspettare che Israele raggiunga il suo prossimo obiettivo. La Palestina diviene oggi la prova della nostra moralità e per l'umanità tutta.
LEGGI TUTTO

FSM 2009: Dichiarazione Assemblea contro la guerra

Assemblea contro la guerra, le basi militari e gli armamenti nucleari

"Noi, movimenti per la pace e contro la guerra, riuniti durante il FSM di Belem, dichiariamo:

che il capitalismo vive una crisi globale, economica, ambientale, energetica ed alimentare; ma la crisi più grande è quella vincolata alla guerra permanente portata avanti in tutto il mondo e sostenuta dagli Stati Uniti;

che una delle cause della crisi economica mondiale è stata la guerra permanente e la sua preparazione;

LEGGI TUTTO

Si conclude il FSM 2009. Ecco l’agenda dei movimenti

Si è concluso oggi il Forum Sociale Mondiale n°9, celebrato a Belem do Parà – Brasile e che ha contato sulla partecipazione di oltre 100.000 iscritti provenienti da 6.000 organizzazioni di tutto il mondo. Un Forum innovativo per molti aspetti, che ha riconosciuto un protagonismo nuovo alle lotte indigene, all'ambiente, alla difesa dell'Amazzonia, alle risposte della società organizzata alla crisi economica, finanziaria, ambientale, sociale ed alimentare che vive il Pianeta.

LEGGI TUTTO