Coca Cola: contro il diritto all’acqua e i diritti sindacali

di Beatriz Tostado - Dai movimenti sociali viene la denuncia. “La Coca Cola sta negando il nostro diritto fondamentale all'acqua. Mentre continua ad appropriarsi del prezioso liquido delle falde acquifere, toglie l'acqua ai bambini, alle donne e agli uomini, che restano senza questo bene indispensabile per le loro necessità di base, favorendo la perdita dei raccolti tra i contadini”. La campagna internazionale portata avanti da India Resource rivendica l'inviolabilità dei diritti umani, di quelli di giustizia ambientale e del lavoro, difendendo i diritti delle comunità sulle loro risorse naturali, il diritto  a vivere in zone che non siamo né inquinate né violente, il diritto dei lavoratori ad organizzarsi liberamente e il diritto all'acqua come diritti umani fondamentali. Le mobilitazioni degli attivisti indiani e di tutto il mondo, continuano tutt'oggi.

LEGGI TUTTO

Colombia: i sindacati contro il TLC

I sindacti colombiani hanno espresso in un recente comunicato la contrarietà delle forze sindacali ai Trattati di Libero Commercio che il governo sta negoziando con paesi terzi o blocchi regionali. AAlleghiamo il documento, che spiega una ad una le motivazioni del sindacato.  Il Comando Nazionale Unitario (centrale sindacale della Colombia) - formato dalla Centrale Unitaria dei Lavoratori (CUT), dalla Confederazione Generale del Lavoro (CGT), dalla Confederazione dei Lavoratori della Colombia (CTC) e dalla Confederazione dei Pensionati (CPC) – di fronte al frenetico tentativo, da parte del governo di Uribe, di promuovere la stipula di TLC o Accordi di Associazione, vuole precisare le ragioni per cui il movimento sindacale colombiano si oppone a questi accordi e vuole farlo davanti all'opinione pubblica nazionale e internazionale.
LEGGI TUTTO

Il lavoro nella crisi globale

Con 22 assemblee tematiche mattutine e una grande assemblea conclusiva nel pomeriggio, si è chiuso il primo febbraio scorso il Forum Sociale Mondiale 2009. Molto partecipata la assemblea su LAVORO NELLA CRISI GLOBALE, momento di convergenza di tutte le attivita relative a lavoro, crisi, economia e alternative svolte nei giorni precedenti. Questo è il breve appello che, dopo una lungua discussione, ne è uscito. Va sottolineata la pluralita e ampiezza della composizione della assemblea, a cui hanno partecipato 300 persone, dalla Confederazione internazionale dei sindacati alle ong, dalle associazioni dei lavoratori e lavoratrici del sesso alle numerose associazioni religiose operanti in Brasile e a livello internazionale. Si e riuscito a tradurre in una proposta unitaria la comune consapevolezza della profondita della crisi e della necessita di un cambiamento, anche grazie al lavoro svolto nei giorni precedenti dalle varie reti europee e internazionali, che hanno partecipato ai vari seminari ed assemblee su "lavoro e globalizzazione", crisi finanziaria, "forum mondiale delle alternative", "reti della economia sociale e solidale"....

LEGGI TUTTO