Paraguay, segnali di golpe?

 

Sono sempre più insistenti in Paraguay  le voci di un probabile colpo di Stato che dovrebbe attuarsi secondo le modalità di quello messo in atto il 28 giugno scorso in Honduras. Come si vocifera anche tra gli alti vertici dell’Osa (Organizzazione degli Stati Americani), preoccupati per la crescente tensione nel paese,   “nessuno pensa che in Paraguay ci sarà un golpe, ma tutti ne parlano”.

LEGGI TUTTO

Uruguay, ballottaggio per Mujica e Lacalle

Il Frente Amplio si conferma prima forza politica ma scende sotto il 50 per cento.

Pepè Mujica, l'ex guerrigliero tupamaro scelto come candidato dal Frente Amplio, l'attuale coalizione del governo di centrosinistra in Uruguay, è il candidato più votato nel primo turno delle elezioni presidenziali, senza riuscire però a evitare il ballottaggio né, stando alle prime proiezioni, a mantenere la maggioranza parlamentare del suo partito.
LEGGI TUTTO

Paraguay: Condannati a vivere nella miseria

L'assistenzialismo è la peggiore forma di sostegno agli indigeni, che ha creato una generazione di leader insaziabili. Qualcuno di questi ha già deciso di vivere ad Asunción, mentre gli altri usano i loro fratelli per sfruttare la loro miseria nelle strade e nelle piazze. Tra gli indigeni che hanno manifestato l'anno scorso nella Piazza Uruguaya, gli adulti erano vestiti mentre i bambini venivano esposti seminudi. Incorporare gli indigeni nella catena produttiva deve essere l'obbiettivo della politica governativa in questo settore. Raggiungere lo scopo richiederà tempo perchè significa cambiare la mentalità abituata a coltivare la terra il minimo necessario per sopravvivere.
LEGGI TUTTO

Il vertice del Mercosur condanna il golpe in Honduras

Giuseppe De Marzo A Sud [uscito su Carta.org il 28 Luglio 2009] - Oltre alla discussioni delle questioni tra i paesi membri, il trentasettesimo vertice del Mercosur chiede il ripristino dell'ordine costituzionale in Honduras. Si è tenuto ad Asunción, capitale del Paraguay, il trentasettesimo vertice del Mercosur, l’organizzazione sovranazionale che riunisce Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay. All’incontro hanno partecipato, come di consueto, anche i membri associati Bolivia e Cile, oltre al Venezuela, che da più di due anni attende di essere inserito all’interno della membership ufficiale dell’organizzazione.

LEGGI TUTTO

Paraguay: via di Lugo al programma per i popoli indigeni

Lugo dà il via ad un programma di aiuto per gli indigeni paraguayani. La prima fase del programma di assistenza presentato da Lugo durerà otto mesi  e beneficerà circa 2.600 famiglie della comunità "paí tavyterá" nel dipartimento di Amambay  -  Alla metà di luglio il presidente del Paraguay, Fernando Lugo, ha dato il via alla prima fase del Programma Nazionale di Assistenza ai Popoli Indigeni (Pronapi) che beneficherà oltre 2.000 famiglie della comunità Itá Guazú dell'etnia Paí Tavyterá, nel dipartimento di Amambay, nel nordest del paese. 

Durante la presentazione del piano, avvenuta in questa località a 600 chilometri da Asunción, Lugo ha riconosciuto che per anni le terre dei paesi originari sono state usurpate.

LEGGI TUTTO

Paraguay: nel Segno della liberazione

Storica vittoria del “vescovo dei poveri” alla presidenziali del 20 aprile scorso

Il Paraguay è entrato da poco in una nuova fase con l'elezione del "vescovo dei poveri, avvenuta il 20 aprile scorso con il consenso del 40,82% dei voti. I paraguaiani hanno scelto il cambiamento, dopo che 61 anni di potere del partito Colorado, inclusa il periodo della dittatura di Alfredo Stroessner (1954-1989), hanno lasciato il paese in pezzi, con livelli altissimi di povertà, disoccupazione e corruzione a tutti i livelli.
LEGGI TUTTO