Bolivia: Gli Indigeni Chiquitanos e il Progetto El Mutún

L’organizzazione indigena Chiquitana, OICH, all’interno del processo di espansione del megaprogetto metallurgico Mutún (la riserva di ferro più grande della Bolivia) ha presenziato al sopralluogo in sito, per verificare la relazione che ha presentato l’impresa indiana Jindall sulla fase di esplorazione che pretende operare e che come requisito necessita la licenza ambientale rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Rurale e dell’Ambiente.
LEGGI TUTTO

Panama: Gli indigeni contro le multinazionali

Per i funzionari del governo panamense e dell'ETESA, il Progetto d'Interconnessione Elettrica Colombia-Panama è necessario per lo sviluppo nazionale. Il Congresso Generale degli indigeni Kuna, ha risposto dichiarando la volontà invece di sviluppare la propria identità. Il problema è come viene concepito lo sviluppo dal governo e dall'impresa, o se si preferisce, da che prospettiva esso viene visto. La storia delle imprese nei territori indigeni ha dimostrato, che l'interesse reale di queste non è l'aiuto nei confronti dei popoli o la lotta contro la povertà, ma la crescita dei guadagni dei loro azionisti, mediante la spoliazione delle terre ancestrali e la violazione dei diritti dei popoli indigeni. E' questo l'esempio di "nasguet an uilegedga sae" (sviluppo che impoverisce), come lo ha definito solennemente il vecchio kuna Inakeliginya.
LEGGI TUTTO