Né lacrime di coccodrillo né silenzio: Solidarietà al popolo haitiano

La tragedia bussa ancora una volta alla porta di Haiti, ma questa volta sotto forma di un terribile terremoto del 7° grado della scala Richter che ha devastato il paese lasciandolo in macerie. Non si hanno dati esatti sul numero di vittime, ma la Croce Rossa parla di circa 3 milioni di persone danneggiate, mentre il numero dei morti potrebbe essere di oltre 100.000 persone – una cifra orrenda tenuto conto che il paese ha una popolazione di soli 8 milioni di abitanti. Le immagini arrivate dei sopravvissuti schiacciati sotto le macerie chiedendo aiuto, dei bambini feriti, dei familiari in lacrime per i loro cari morti, dipingono l'orrore di questa tragedia meglio di mille parole.

LEGGI TUTTO

Firmiamo contro la Protezione Civile Spa

Ci sono solamente due mesi di tempo per correre ai ripari e impedire la privatizzazione delle emergenze; per impedire che la Protezione Civile assuma definitivamente il controllo gestionale di tutte quelle aree italiane in cui si verifica un’emergenza (dalla catastrofe naturale al cantiere delle grandi opere). Il decreto legge del 30 dicembre 2009 stabilisce la costituzione della Protezione Civile Servizi SpA. Si afferma che ciò viene fatto per “garantire un risparmio di tempi e risorse negli interventi del Dipartimento”.

LEGGI TUTTO

Ottobre 2009: All’Aquila è emergenza umanitaria

Facciamo appello a tutti coloro che in Italia hanno dimostrato sensibilità a quanto qui è successo e continua ad accadere. A chi ha mantenuto alta l’attenzione sul dramma che ha colpito il nostro territorio e sulla gestione del post sisma. Oggi, il 18 di ottobre, all’Aquila fa freddo. Siamo nella fase più drammatica, la notte già si sfiorano i -5°C ed andiamo incontro all’inverno, un inverno che sappiamo essere spietato.

LEGGI TUTTO