Colombia: i crimini di Stato di Alvaro Uribe Velez

"Si può affermare, senza retorica alcuna e viste le dimensioni della tragedia del popolo colombiano, che il governo Uribe ha fatto del crimine di Stato la sua politica di Stato". Tra il 24 febbraio e l'11 marzo del 2009, la Commissione Etica Contro i Crimini di Stato in Colombia ha realizzato la sua sesta visita di monitoraggio nel paese. Tale commissione è un'iniziativa per salvaguardare la memoria collettiva delle vittime ed accompagnare il loro processo di denuncia e resistenza da parte della società civile internazionale.

LEGGI TUTTO

Paesi Andini: contro l’imposizione di Trattati Commerciali da parte dell’Europa

Gli indigeni analizzano in Perù gli effetti del Trattato di Libero Commercio con l'Unione Europea - Sotto gli auspici del Movimiento Cumbre de los Pueblos (riunitosi l'ultima volta a nel maggio 208 a Lima), rappresentanti indigeni di diverse organizzazioni si sono riuniti a partire dallo scorso martedì per valutare gli effetti di un’eventuale firma dell'accordo commerciale che stanno negoziando a Lima gli stati di Colombia, Ecuador e Perù insieme all'Unione Europea (UE).
LEGGI TUTTO

Bolivia: Morales consegna 17.000 ettari di terre al popolo Guarani

Intervenendo ad Alto Parapetì la scorsa settimana, Evo Morales ha pubblicamente comunicato che 17.000 ettari di terreni incolti verranno destinati tramite consegna di un titolo di proprietà esecutivo al Popolo Guarani. Vincendo la resistenza ferrea dei proprietari terrieri della regione, il presidente Evo Morales ha destinato tali terre come al popolo Guarani, come incentivo per la ricostruzione del loro territorio ancestrale.

LEGGI TUTTO

Argentina: a 33 anni dal colpo di Stato della dittatura militare

I diritti umani, ieri ed oggi - di Adolfo Pérez Esquivel, Premio Nobel per la Pace - Il prossimo anno, 2010, sarà il Bicentenario della Rivoluzione di Maggio ed il paese deve fare un bilancio degli ultimi duecento anni e della situazione in cui si trova oggi. È necessario analizzare e capire luci ed ombre. In particolare, com’è stata e com’è oggi la difesa dei diritti umani e, specialmente, durante il terrorismo di Stato che regnò dal 1976 al 1983 e che ancora oggi segna larga parte della vita del popolo argentino, nonostante i 33 anni trascorsi dall’inizio del Genocidio? È necessario coltivare la memoria e lavorare per giungere alla Verità e alla Giustizia, richiedendo a gran voce, alle autorità politiche e giuridiche, il giudizio ed il castigo per i responsabili dei crimini di lesa umanità.

LEGGI TUTTO

Colombia: la Comunità di Pace di San Josè compie 12 anni

Dodici anni di costruzione di speranza - Alleghiamo il comunicato diffuso dalla Comunità di Pace di San Josè de Apartado, in occasione dei 12 anni dalla costituzione della Comunità come luogo di pace e di costruzione di speranza. "Questi dodici anni sono un momento di riflessione per far fiorire la speranza. Momenti tanto oscuri come quelli che viviamo ci richiedono più volontà e azione per costruire questa speranza, questa si realizza soltanto quando rendiamo possibile ciò che crediamo impossibile, solo in quel momento assume senso la speranza e assumono valore questi dodici anni.
LEGGI TUTTO

Colombia: nuove minacce contro la Forza di Donne Wayùu

I Precedenti - Già alla fine di gennaio 2009 il difensore civico, nel Rapporto di Rischio 002-09, aveva lanciato l'allarme per la sicurezza di alcuni settori sociali che vivono nella penisola della Guajira, tra cui la comunità Wayuu dell'area rurale del Maicao, situata nei distretti di Montelara, la Majayura, Carraipìa e in particolare l'organizzazione Forza delle Donne, che si dedica tra l'altro - come è noto - alla denuncia dei crimini commessi da bande armate contro la comunità Wayuu di Maicao. Anche se alcune autorità ed istituzioni sono state chiamate a partecipare ad un consiglio di sicurezza, per affrontare le raccomandazioni contenute nel Rapporto di Rischio, la Forza delle Donne Wayuu non è stato chiamato a partecipare alla riunione, né tantomeno lo sono state le comunità Wayuu menzionate nel documento.

LEGGI TUTTO

America Latina: le nuove costituzioni di Ecuador e Bolivia in italiano

I nuovi processi costituenti latinoamericani hanno significato non solo un passo importante per i processi sociali in atto in quei paesi, ma un avanzamento nel riconoscimento dei diritti per tutta l'umanità. Riconoscendo diritti nuovi ed universali come il diritto all'acqua, definita bene comune, il carattere plurinazionale dello stato, il buon vivere (cioè vivere in armonia con la natura e il prossimo), l'esistenza di forme di economia comunitarie e solidali, queste nuove costituzionani rappresentano punti di riferimento per i movimenti social di tutto il mondo.

LEGGI TUTTO

Colombia: Attentato contro Autorità Indigene Awà

L'Autorità Nazionale di Governo Indigeno della Colombia - ONIC denuncia e condannail vile attentato controle autorità indigeneAwa del Nariño Oscar Ortiz e Alex Guanga. Lanciamo un appello alle entità di governo e agli organismi di Diritti Umani per attivare e allertare la comunità nazionale ed interanzionale per garantire e tutelare l'integrità personale dei membri del Governo Proprio della UNIPA e del popolo Awa.

LEGGI TUTTO

Turchia e Kurdistan: continuano le mobilitazioni per il diritto all’acqua

Nella giornata di ieri due attiviste dell'organizzazione internazionale International Rivers, che lunedì scorso avevano srotolato nel Centro congressi che ospita il Quinto Forum Mondiale dell'Acqua uno striscione contro dighe, sono state espulse dalla Turchia e rimpatriate nei rispettivi Paesi. Si tratta del secondo incidente dopo le violenze della polizia che hanno portato due giorni fa all'arresto di numerosi attivisti che dimostravano pacificamente davanti alla sede del Wolrd Water Council.

LEGGI TUTTO

Cile: senato vota progetto che disconosce i diritti delle popolazioni indigene

Coordinamento andino delle organizzazioni indigene CAOI - Il progetto di riforma costituzionale nega espressamente che le popolazioni indigene siano soggetti del diritto, cancella i diritti delle comunità sulle sue acque e terre ancestrali, pretende di collocare tutto il diritto indigeno, l'accordo 169 ed altri trattati sui diritti umani al di sotto della Costituzione

LEGGI TUTTO