Argentina: a 33 anni dal colpo di Stato della dittatura militare

I diritti umani, ieri ed oggi - di Adolfo Pérez Esquivel, Premio Nobel per la Pace - Il prossimo anno, 2010, sarà il Bicentenario della Rivoluzione di Maggio ed il paese deve fare un bilancio degli ultimi duecento anni e della situazione in cui si trova oggi. È necessario analizzare e capire luci ed ombre. In particolare, com’è stata e com’è oggi la difesa dei diritti umani e, specialmente, durante il terrorismo di Stato che regnò dal 1976 al 1983 e che ancora oggi segna larga parte della vita del popolo argentino, nonostante i 33 anni trascorsi dall’inizio del Genocidio? È necessario coltivare la memoria e lavorare per giungere alla Verità e alla Giustizia, richiedendo a gran voce, alle autorità politiche e giuridiche, il giudizio ed il castigo per i responsabili dei crimini di lesa umanità.

LEGGI TUTTO

Sette sorelle da record

Mentre tutto il mondo è in crisi le sette sorelle del petrolio EXXON Mobil, Shell, Chevron, BP, Total, Conoco Phillips, Eni continuano a fare profitti record. Nell´anno 2008, i sette grandi gruppi padroni del mercato del greggio hanno guadagnato 171 miliardi di dollari netti. Fanno 470 milioni al giorno, il 14% più dell´anno prima. Che già era il 7% più del 2006, e il 6% sopra l´anno addietro.
 Il mondo vive la crisi più grave degli ultimi cinquant’anni, il livello di vita scende per milioni di persone, eserciti di disoccupati si preparano a riempire le nostre città, i poveri diventano sempre più poveri e il “ceto medio” precipita verso il basso.

LEGGI TUTTO

Crisi alimentare: catastrofico calo nella produzione di alimenti

L'analisi che segue indaga sulle conseguenze della siccità sulla produzione di alimenti in varie aree del mondo nel corso del 2009. Guardando i dati, il 2009 sembra essere un disastro umanitario in gran parte del mondo.
I paesi che rappresentano i due terzi della produzione agricola del mondo soffrono la siccità. Se si guarda un video della siccità in Cina, Australia, Africa, Sudamerica o Stati Uniti, la scena è la stessa; miseria, raccolti rovinati, e bestiami moribondi.

LEGGI TUTTO