La pandemia silenziosa della contaminazione ambientale

Né conflitti bellici, né infezioni: attualmente l'inquinamento ambientale si è trasformato nella principale causa di mortalità e malattie nel mondo. Secondo l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) sta causando più morti delle guerre vere e proprie e dei cosiddetti eventi catastrofici dovuti a fenomeni naturali. La pandemia silenziosa ha varie forme: inquinamento idrico, dell’aria, alimentare e radioattivo. La maggior parte di questi disastri colpiscono direttamente suoli ed acque. 
LEGGI TUTTO

BUEN VIVIR PER UN ALTRO PARADIGMA DI CIVILTA’

Documento finale di Pueblo A Sud 2009. Rocca di Papa 12-14 giugno. Denunciamo l'illegittimità del G8. Denunciamo come sia il modello di sviluppo economico e sociale dominante ad aver provocato la crisi che investe tutta l'umanità e il pianeta.

Crisi di varia natura ma interdipendenti tra loro. Crisi ambientale, climatica, alimentare,  finanziaria, economica, migratoria, energetica.  Crisi che evidenziano il fallimento delle teorie della crescita, della produzione e del consumo attuate fino ad oggi.

LEGGI TUTTO

Cambiamenti climatici. Tante domande e nessuna risposta

La prima settimana della nuova fase di negoziazioni per l'Accordo Quadro delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico (CMNUCC), svoltasi nella città di Bonn, si è conclusa senza elementi di novità. E' possibile che questo primo ciclo di incontri (altri seguiranno nel corso dell'anno), che si concluderà il prossimo 12 giugno, non porti a nessun avanzamento a causa delle divergenze che ancora persistono fra gli stati in merito ai temi principali. C'è un tema, in particolare, che merita di essere analizzato in dettaglio: quello della possibile inclusione, nell'accordo, di criteri di sviluppo sostenibile e di eventuali sistemi di monitoraggio.
LEGGI TUTTO

Cumbre del Puno: lavori del Vertice sulle sponde del Titicaca

da Puno, Perù Laura Greco - Questa volta sulle sponde del Titicaca, per la quarta volta i popoli di Abya Yala si sono dati appuntamento per discutere i punti dell'agenda comune di mobilitazione per i prossimi anni. Il 27 e 28 maggio per la prima volta hanno trovato spazio le donne e i giovani indigeni, che hanno dato vita rispettivamente alla "Cumbre de mujeres" e alla "Cumbre de juventud y ninez".

LEGGI TUTTO

G-192 contro G-20

Il passato 16 aprile l'Assemblea generale delle Nazioni Unite adottava le modalità di attuazione dell’iniziativa del suo Presidente Miguel d'Escoto, ex ministro degli Esteri del Nicaragua, convocando per il 2 ed il 3 giugno prossimi una Conferenza di capi di Stato dei 192  paesi delle Nazioni Unite sulla crisi globale, che nata nei paesi del Nord colpisce gravemente quelli del Sud.

LEGGI TUTTO

FMI: discutibile agente anticrisi

di Carlos A. Sanchez –  In epoca preistorica, quando la siccità o una piaga naturale colpivano un villaggio, lo stregone cercava di calmare e allontanare gli spiriti maligni che portavano le calamità lanciando maledizioni e scongiuri, anche se con scarsi risultati.Nell'epoca attuale, quando la recessione economica ha iniziato a farsi sentire in tutto il mondo e in tutti i settori, i capi di stato dei sette paesi dove la crisi è scoppiata e dove le è stato concesso di ampliarsi e prendere forza, si sono riuniti a Londra agli inizi di aprile con i rappresentanti degli altri 13 paesi che formano il G20, allo scopo di esorcizzare e placare gli spiriti del male con dichiarazioni, comunicati e promesse di cambiamento ma, soprattutto, con milioni  di dollari.

LEGGI TUTTO