Oceani: la prova tangibile dei cambiamenti climatici

Dr. Marcos Sommer - Gli oceani del mondo stanno assorbendo una quantità di biossido di carbonio senza precedenti, il che si traduce in un aumento della sua acidità e nel rischio di estinzione di molte specie marine.  L’alterazione dell’acidità oceanica potrebbe perturbare le catene alimentari marine nonché la composizione biologica, geologica e chimica degli oceani, in modo al momento incomprensibile ed imprevedibile. Il cambiamento climatico lo stiamo già vivendo. Gravi calamità naturali che prima si verificavano ogni decennio, adesso  si verificano sempre più di frequente e sempre con maggiore intensità. A causa del riscaldamento globale ai poli si stanno sciogliendo e distaccando enormi masse di ghiaccio di centinaia di km quadrati.
LEGGI TUTTO

Al crocevia della crisi globale

Nel giorno dell'inaugurazione del contestatissimo G8 de L'Aquila proponiamo un'analisi sulla crisi globale e sulle prospettive che essa prefigura. di Arturo R. Guillen - L'attuale crisi finanziaria è la più grave sperimentata dal capitalismo dai tempi della grande crisi degli anni trenta avvenuta nel secolo passato. Si tratta di una crisi del debito-deflazione  di nuovo tipo, che segna i  limiti del sistema di accumulazione  combinato con la dominazione finanziaria in vigore dagli anni Ottanta,caratterizzata, tra l'altro, dalla cartolarizzazione, vale a dire da un sistema di finanziamento basato sull'emissione di  obbligazioni e derivati.

LEGGI TUTTO

“Proteggere il bene comune della Terra e dell’umanità”

Così si è aperta la Conferesa sulla Crisi e lo Sviluppo in seno alle Nazioni Unite. Il presidente dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, Miguel d'Escoto Brockmann, ha aperto oggi, 24 giugno, a New York, la conferenza delle Nazioni Unite sulla crisi finanziaria ed economica mondiale ed il suo impatto sullo sviluppo, con un discorso su"L'attuale crisi finanziaria economica e globale alla luce del Bene Comune della Terra e dell'umanità."

 

LEGGI TUTTO

Madre ambiente

Ecología viene dal greco "oikos", casa, e "logos", conoscenza. Pertanto è la scienza che studia l'ambiente e le relazioni fra questo,gli animali e le comunità umane. Forse sarebbe più appropriato parlare di ecobionomia. (...) cioè amministrazione della casa comune nella quale viviamo, il pianeta terra. Poiché l'ambiente è anche la nostra “madre ambiente”, il nostro territorio, la nostra radice, il nostro alimento: l'elemento da cui veniamo e a cui torneremo.

LEGGI TUTTO

Ecosocialismo o barbarie?

La Germania premia la lotta di Don Cappio. Non capita molto spesso di ascoltare un vescovo che parli di socialismo e di ecosocialismo. Eppure è questo che è avvenuto a Friburgo, il 9 maggio scorso, durante il conferimento del Premio “Cittadino del mondo” della Fondazione Kant al vescovo brasiliano dom Luiz Cappio, della diocesi di Barra, per la sua lotta in difesa del fiume São Francisco e del popolo che ne abita le sponde. “Credo fermamente che una società internazionale giusta, sostenibile e pacifica – ha affermato il vescovo francescano nel discorso pronunciato alla cerimonia di premiazione - sia possibile solo in una prospettiva ecosocialista. Sono un modello di produzione ecologico e un accesso solidale ai beni necessari, in condizioni socialiste, che ci condurranno al superamento dell’attuale crisi”.

LEGGI TUTTO

Argentina: morire di fame nel granaio del mondo

In Argentina ogni giorno 25 bambini muoiono per cause evitabili, come la fame. In Argentina, il paese dove si produce il cibo che serve a sfamare centinaia di migliaia di persone, 25 bambini, sotto il primo anno di età, muoiono ogni giorno per denutrizione. I dati ufficiali, che parlano di una percentuale di mortalità infantile di 12,9 ogni 1000 bambini nati, contrastano con la recente relazione pubblicata dall'UNICEF: 14 su 1000. (...)

 

LEGGI TUTTO