CAMBIAMENTO CLIMATICO: Un’opportunità per la biopirateria?

di Ranjit Devraj - NUOVA DELHI - Le colture geneticamente modificate (GM) in grado di sopportare particolari stress ambientali potrebbero essere una risposta al cambiamento climatico, ma con una forte azione di lobby si sta cercando di bloccare i brevetti delle tecnologie connesse, soprattutto quando derivano dalle naturali innovazioni dei metodi agricoli tradizionali.

LEGGI TUTTO

Cambiamento climatico e povertà

I cambiamenti delle stagioni hanno impatti gravissimi sui raccolti e sono causa di un aumento della fame nel mondo. Questi sono, però, solo alcuni dei cosi del cambiamento climatico pagati dai paesi più poveri. Un dato conosciuto, che viene confermato ancora una volta dal rapporto di Oxfam Internacional (IO) “Un'evidenza che fa male: il cambiamento climatico, la popolazione e la povertà”.

LEGGI TUTTO

“Protagonismo popolare, costruendo sovranità”

Dichiarazione del Vertice dei Popoli del Sud - Organizzazioni sociali e politiche di differenti paesi e continenti, Popoli Originari, cittadini e cittadine, ci siamo riuniti nella città di Asuncion, nei giorni 23 e 24 luglio, in occasione del Vertice dei Popoli del Sud "Protagonismo popolare, costruendo sovranità", per discutere dell'attuale crisi del sistema capitalista e di possibili vie d'uscita dalla presente congiuntura internazionale. Le istituzioni governative, i poteri statali, i centri della finanza e i monopoli mediatici ci dicono che la crisi che stiamo attraversando è una crisi di natura squisitamente finanziaria e che l'unico modo per uscirne è quello di aumentare i fondi a disposizione del FMI e della Banca Mondiale. Mai nella storia del capitalismo è stato impiegato tanto denaro per salvare istituzioni finanziarie private. In questo modo non si fa altro che favorire quei pochi responsabili delle speculazioni finanziarie all'origine della crisi attuale.  

LEGGI TUTTO

Crisi economica: la polveriera messicana

Marica Di Pierri Associazione A Sud [su CARTA.ORG il 21 Luglio 2009] - La crisi economica colpisce duramente il Messico, dove ormai più di metà della popolazione vive sotto la soglia di povertà. Gli effetti della crisi si sommano all'impatto del trattato di libero scambio firmato 15 anni fa con Stati uniti e Canada. Con le emergenze susseguitesi negli ultimi convulsi mesi, il Messico si conferma come polveriera del continente. Un’intera nazione, cioè, sul punto di esplodere da un momento all’altro, mentre è in corso la peggiore crisi economica e sociale che il paese di Zapata abbia conosciuto degli ultimi 70 anni.

LEGGI TUTTO

Messico: crisi economica e diritto al lavoro

Unione dei Giuristi del Messico - Con il PAN al governo e la maggiornanza del PRI in Parlamento, le garanzie a tutela dei lavoratori messicani si assottigliano sempre più. Anche se il PRI ha dominato le elezioni del 5 luglio scorso, gli unici beneficiari saranno, ancora una volta, il modello neoliberale e l'oligarchia che governa il paese, rappresentati dai partiti di destra PRI e PAN; i lavoratori, il popolo messicano, la democrazia e le forze politiche di sinistra sono state nuovamente sconfitte.

LEGGI TUTTO

“Per vincere il capitalismo dobbiamo organizzarci”

Intervista a Walden Bello, attivista, scrittore e sociologo filippino, fondatore del Focus on the Global South  «Il capitalismo non sparirà a meno che non ci organizziamo per avere un altro sistema»  Dopo i tempi di offensiva neoliberale, in cui i movimenti adottavano una « posizione difensiva », Walden Bello segnala le opportunità di passare all’offensiva nel momento in cui il sistema «è al collasso».

LEGGI TUTTO

Carta di Monevecchio. Documento Finale del Gsott8

La crisi ecologica, economica, sociale e di civilizzazione a cui stiamo assistendo è il condensato di un sistema che ha visto il profitto e la competizione come valori trainanti. L'esaurimento delle risorse energetiche e naturali come l'acqua, il cambiamento climatico dovuto all'emissione di gas serra, l'aumento esponenziale delle persone che soffrono la fame, la dipendenza di interi paesi dall'importazione di beni alimentari, la scomparsa delle tradizioni locali, l'attacco ai diritti sociali e del lavoro: titoli generali che nascondono uno dei massimi punti di caduta di un modello di sviluppo insostenibile, che sta oramai incidendo sulla vita concreta di miliardi di persone.

LEGGI TUTTO