Clima: accordo ridicolo. Il vertice è un fallimento

Dopo ore di trattative e consultazioni seguite al 'no' di alcuni Paesi in via di sviluppo che minacciavano di far saltare l'intesa raggiunta ieri sera, i delegati alla Conferenza dell'Onu sul clima a Copenaghen hanno approvato una mozione con la quale accettano l'accordo mediato dagli Stati Uniti con Cina, India, Brasile e Sudafrica. «La conferenza decide di prendere nota dell'Accordo di Copenaghen del 18 dicembre del 2009», ha dichiarato il presidente della sessione plenaria della Conferenza che si era aperta nella capitale danese il 7 dicembre scorso. Dopo la forte opposizione al testo da parte di alcuni Paesi in via di sviluppo - tra cui Venezuela, Sudan, Nicaragua e Cuba - i delegati hanno rinunciato alla procedura abituale di votare punto per punto il documento, optando per la formula più soft e meno impegnativa del 'prendere notà dell'accordo.

LEGGI TUTTO

Appello per la liberazione di Luca Tornatore, detenuto a Copenaghen


Italiani arrestati a Copenhagen: ieri manifestazione a Trieste per Luca Tornatore. La delegazione italiana “See You In Copenhagen”, come altre centinaia di persone danesi e straniere si è recata ieri sera a Christiania per partecipare ad un dibattito con Naomi Klein e Michael Hardt. All’improvviso la polizia con un blindato e sparando lacrimogeni è entrata dentro Christiania iniziando a fermare le persone e detenendoli.

LEGGI TUTTO

Copenaghen: vertice sul clima senza clima di accordo

Si è aperto ieri a Copenaghen l'atteso vertice internazionale sul clima. La COP15 che si tiene a Copenhagen è la 15ma riunione delle Parti della Convenzione sul Clima (UNFCCC).  Vista l’urgenza della questione dei cambiamenti climatici, il Bali Action Plan aveva lanciato nel 2007 una fase negoziale che sarebbe dovuta sfociare in un nuovo accordo Post-Kyoto, da adottare proprio alla COP 15 di Copenhagen.
LEGGI TUTTO