Ecuador: offensiva golpista contro Correa

di Kintto Lucas - Negli ultimi giorni si è verificato un grave attacco contro il governo dell'Ecuador e, in particolare, contro il presidente Rafael Correa. Una campagna  mediatica internazionale è stata ordita da alcuni settori dell'opposizione per gettare discredito sull'operato di Correa e sulla sua persona. Tutto questo avviene nel quadro di una più generale offensiva mossa dalle forze di destra a livello regionale per frenare l'avanzata dei governi progressisti o di sinistra. Questa strategia è evidente in Honduras, dove lo scorso 28 giugno un golpe civico-militare ha deposto il presidente costituzionalmente eletto: si tratta di una nuova tipologia di colpo di stato, che potrebbe facilmente essere usata in altri paesi, a esempio in Ecuador, con l'obiettivo di mettere i bastoni fra le ruote ai governi che provano a farsi promotori di istanze di cambiamento. La diffusione di un video nel quale il capo delle FARC (Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia), Jorge Briceño, meglio conosciuto col nome di Mono Jojoy, racconta di un presunto finanziamento da parte dell'organizzazione guerrigliera per la campagna elettorale di Correa del 2006, è un chiaro intento di gettare fango sulla figura di Correa ed è parte della campagna di discredito di cui parlavamo. A questo va aggiunta l'apparizione improvvisa di Lucio Gutierrez, per chiedere il ritiro di Correa dalla vita politica.

LEGGI TUTTO

Colombia: OGM. Continua l’invasione. Ecco il seme di mais che resiste alla siccità

Continua l'invasione dei sei OGM in America latina. L'ultima novità riguarda la Colombia, dove verrà impiantato il seme di mais che resiste alla siccità. La scoperta è stata fatta dalla multinazionale Monsanto e da BASF e presto verrà sperimentata in Colombia. Scienziati della Monsanto hanno annunciato di aver scoperto un gene tollerante alla siccità, che contribuirà a garantire raccolti abbondanti di mais anche in periodi di carenza di acqua.

 

LEGGI TUTTO

Uribe calpesta la democrazia per essere rieletto

Rete Colombiana di Azione contro il Libero Commercio - RECALCA "Appello alla comunità internazionale" - Vogliamo informare la comunità internazionale, i governi e i parlamenti di tutto il mondo, le organizzazioni sindacali, i movimenti sociali e gli organismi di difesa dei diritti umani sulla gravissima situazione che stiamo soffrendo in Colombia a causa dei sistematici attacchi, da parte del presidente Alvaro Uribe Vélez, contro le istituzioni democratiche e gli organi legittimamente eletti dai cittadini; contro chiunque esprima il proprio dissenso nei confronti della condotta del governo; contro tutti i movimenti e le organizzazioni che avanzano proposte alternative all'attuale modello colombiano, per via democratica e pacifica. 

LEGGI TUTTO

Colombia: lavoratori del cotone denunciano la Monsanto

I lavoratori delle piantagioni di cotone della Colombia hanno annunciato pochi giorni fa l'intenzione di denunciare la multinazionale statunitense Monsanto con l'accusa di diffondere informazioni ingannevoli sulle sementi transegeniche, il cui uso, assicurano, è alla base della rovina dei raccolti (circa il 13% del cotone coltivato è andato perduto, provocando perdite per sette milioni di dollari). La Monsanto ha negato ogni responsabilità, annunciando in un comunicato che le accuse mosse dai coltivatori di cotone "dovranno essere provate davanti alle autorità competenti".

LEGGI TUTTO

Colombia: i sindacati contro il TLC

I sindacti colombiani hanno espresso in un recente comunicato la contrarietà delle forze sindacali ai Trattati di Libero Commercio che il governo sta negoziando con paesi terzi o blocchi regionali. AAlleghiamo il documento, che spiega una ad una le motivazioni del sindacato.  Il Comando Nazionale Unitario (centrale sindacale della Colombia) - formato dalla Centrale Unitaria dei Lavoratori (CUT), dalla Confederazione Generale del Lavoro (CGT), dalla Confederazione dei Lavoratori della Colombia (CTC) e dalla Confederazione dei Pensionati (CPC) – di fronte al frenetico tentativo, da parte del governo di Uribe, di promuovere la stipula di TLC o Accordi di Associazione, vuole precisare le ragioni per cui il movimento sindacale colombiano si oppone a questi accordi e vuole farlo davanti all'opinione pubblica nazionale e internazionale.
LEGGI TUTTO

Il dilemma esistenziale della Comunità Andina

di Ramiro Escobar
 - Da circa 10 anni a questa parte, l’entusiasmo politico per la Comunità Andina (CAN) è andato via via  diminuendo.  Questa fiacchezza integrazionista non è nuova, anche se recentemente si è iniziato a parlare un’altra volta di “reinventare” l’organismo o di dissolverlo in un colpo solo. 

Il presidente ecuadoriano Rafael Correa è stato colui che, lo scorso 13 aprile, ha lasciato fluttuare nell'aria questa idea.

LEGGI TUTTO

Terza rielezione di Uribe: il Senato colombiano discute il referendum

COLOMBIA - Il Senato colombiano sta discutendo l'approvazione di un progetto di legge per la convocazione di un referendum che permetterà all'attuale presidente Alvaro Uribe di essere eletto per la terza volta nel 2010. Il progetto di legge ha già ottenuto l'approvazione della Prima Commissione del Senato lo scorso 16 aprile. Nel caso venisse approvato anche in ultima istanza dal Senato (riunito in seduta plenaria), passerà al vaglio della Corte Costituzionale.

LEGGI TUTTO