Telecom Italia non molla Entel in Bolivia

Una svolta improvvisa ma non troppo nell’affare «Telecom- Bolivia». Era infatti prevedibile, nel clima di stallo delle trattative degli ultimi mesi, che il governo di Morales decidesse di nazionalizzare l’impresa di telecomunicazioni boliviana. A due anni esatti dal 1 maggio del 2006, quando Morales firmò il decreto supremo per la nazionalizzazione degli idrocarburi, è infatti arrivata – il primo maggio scorso – la notizia della firma del decreto 29544, con il quale si dichiara ufficialmente la nazionalizzazione dell’Impresa Nazionale di Telecomunicazioni Entel, obbligando la Euro Telecom Internacional, società olandese controllata della Telecom Italia, a trasferire allo Stato tutte le sue azioni.

LEGGI TUTTO

Gemellaggio tra La Sapienza e l’Upea boliviana

Il primo ottobre l'università di Roma La Sapienza ha firmato un protocollo di collaborazione con la Università pubblica di El Alto, in Bolivia, nata dalle lotte di indigeni e studenti per un pieno diritto a un'istruzione rispettosa della diversità culturale del paese. Un accordo di intesa e collborazione tra due università distanti anni luce per storia, portato, significato. Un accordo come se ne firmano tanti ogni anno, ma che questa volta ha davvero dello storico. Perchè se da una parte a firmare è stato il rettore dell’ateneo romano Renato Guarini, dall’altra c’era Benecio Quispe, il preside della facoltà di sociologia della Upea, una università boliviana giovanissima, nata solo nel 2000, ma con una storia unica al mondo.
LEGGI TUTTO