Ecuador: accordo in sei punti tra CONAIE e governo

CONAIE raggiunge accordo con il governo ecuadoriano - Istituzionalizzazione del dialogo, rafforzamento dell'educazione bilingue, commissione mista per discutere della Legge sull'Acqua, condanna dei responsabili della morte del cittadino shuar Bosco Wisum, analisi della riforma della Ley de Minería sono solo alcuni dei punti più importanti dell'accordo raggiunto il 5 ottobre scorso tra il presidente ecuadoriano Rafael Correa e la CONAIE (Confederazione di Nazionalità Indigene dell'Ecuador).
LEGGI TUTTO

Massacro in Amazzonia: la guerra per i beni comuni

Estratti dell'analisi di Raùl Zibechi* sulla repressione governativa in Perù - Il massacro perpetrato il 5 giugno, Giornata Mondiale dell'Ambiente, contro le comunità indigene dell'Amazzonia peruviana è solo l'ultimo capitolo di una lunga guerra per l'accaparramento delle risorse naturali, nel quadro della firma del trattato di libero commercio sottoscritto dal Perù con gli Usa. Protagonisti di questa guerra: Alan Garcìa e le multinazionali da un lato, le comunità indigene in resistenza dall'altro. Le versioni sul numero di morti e feriti non sono concordi. L'unico dato sicuro è che il governo di Alan Garcìa ha inviato le forze armate per reprimere una protesta pacifica che durava da 57 giorni, in particolare nei cinque dipartimenti amazzonici di Amazonas, Ucayali, San Martìn, Cusco e Loreto. (...)

 

 

LEGGI TUTTO

Per una dichiarazione universale sui beni comuni dell’umanità

di François Houtart - Sono emerse varie reazioni di fronte all'emergenza sociale e umanitaria causata sia dal disastro finanziario che colpisce  l’economia mondiale che dalle crisi ad esso completari quali quella alimentare, energetica e climatica. Alcuni propongono di sanzionare e sostituire i responsabili (i ladri di polli come li chiama l'ex direttore del FMI, Michel Camdessus), per poi continuare tutto come prima. Altri, come Gorge Soros, sottolineano la necessità di regolamentare il sistema senza però cambiarne i parametri. Infine ci sono quelli che pensano che vada rivista la logica stessa che è alla base del sistema economico moderno per trovare delle valide alternative.
LEGGI TUTTO

Uribe calpesta la costituzione e Berlusconi lo accoglie

LEGGI TUTTO

I beni comuni per uscire dalla crisi

di Giovanna Ricoveri, su Il Manifesto del 15.04.2009 - Dovremmo dare più ascolto a quanti sottolineano che la crisi climatica-ambiental e e economico-finanziar ia del XXI secolo può essere l'occasione per una cambiamento a nostro favore, ma solo se lavoreremo affinché ciò accada. Per questo, servono idee forti e innovative, che sono già nel nostro passato, da rivisitare e aggiornare. L'innovazione vera è infatti quella che costruisce il futuro partendo dalla tradizione.

LEGGI TUTTO