Dal 14 al 23 marzo A Sud ha partecipato alla missione sul campo in Nigeria del progetto europeo Ejolt, basato sulla ricerca collaborativa tra mondo accademico e società civile sul tema della giustizia ambientale (www.ejolt.org).

La  Missione è coincisa con il 20simo anniversario della fondazione di ERA, Environmental Right Action, l’organizzazione ecologista Nigeriana da anni partner di A Sud e che da sempre lavora sulle estrazioni petrolifere e i suoi effetti sul territorio, la salute e i diritti della popolazione.  Le estrazioni petrolifere che da oltre mezzo secolo vengono portate avanti nell’area del Delta hanno distrutto l’ecosistema della zona e le attività economiche tradizioni delle comunità, minacciandone il diritto alla salute, alla sopravvivenza, all’autodeterminazione. Sulla storia e i dettagli dei progetti estrattivi, consultare la Scheda del CDCA: Estrazione petrolifera nel Delta del Niger

Lavoro sul campo

Il lavoro di campo si è concentrato nelle comunità di Goi, Budu in Ogoniland e nelle comunità Ikot Ada Udo e Ete dello stato di Akwa Ibom a Est di Port Harcourt n.nello stato di Akwa Ibom.

A Goi la missione ha visitato un villaggio distrutto da uno sversamento di petrolio nel 2004, i cui 1000 abitanti sono stati sfollati nella vicin Bodo. La storia di Goi è centrale nella storia dellai resistenza degli Ogoni, come il ruolo di questo villaggio nell’ultimo processo contro la Shell presso il Tribunale Distrettuale Olandase dell’Aia.

Successivamente la missione ha visitato le comunità di Bodo, dove 69.000 persone vivono in una trentina di villaggi situati in una valle che è stata letteralmente sommersa dall’equivalente di circa 400.000 barili di petrolio nel 2008 e mai bonificata.

Ikot Ada Udo – unica comunità colpita dagli sversamenti di petrolio per la quale sono state riconosciute Parziali responsabilità legali della Shell – la delegazione è stata accolta con una cerimonia formale dai leader tradizionali della comunità, che hanno raccontato il drammatico processo che ha portato negli ultimi anni le comunità locali a perdere i propri mezzi di sussistenza.

20 anni di ERA – Environmental Right Action

La missione ha potuto, infine, partecipare alle celebrazioni per i 20 anni dell’organizzazione nigeriana ERA – Environmental Rights Action, attore centrale nella battaglia contro l’estrazione petrolifera nel Delta del Niger a fianco delle comunità in resistenza e in prima linea nelle attività di denuncia e informazione.

Durante la missione è stata presentata per la prima volta la bozza di Report che A Sud ha realizzato insieme ad ERA negli ultimi mesi sui conflitti ambientali legati alle attività petrolifere e alla responsabilità d’impresa con un focus approfondito sull’ENI. Il report sarà disponibile in Italiano e in Inglese entro metà Maggio, costituendo ulteriore strumento per portare avanti denuncia, azione politica e costruzione di alternative sul tema del modello energetico, in vista dell’assemblea degli azionisti di ENI a Maggio e della settimana di attività del progetto EJOLT che si svolgerà a Novembre a Roma, con la presenza dei rappresentanti delle 22 organizzazioni e università di tutto il mondo che prendono parte dal progetto.

Nei prossimi giorni sull’Unità sarà pubblicato un reportage dal campo di Lucie Greyl, in Nigeria per A Sud / CDCA.

 

Rassegna stampa: