emission impossibleIntegrazione dell’azione per il clima da parte delle Organizzazioni Non Governative per lo Sviluppo

IL CONTESTO

L’attuale emergenza climatica richiede un’azione immediata e drastica. Il rapporto speciale dell’IPCC “Global Warming of 1.5°C” del 2018 afferma chiaramente che la neutralità climatica globale deve essere raggiunta entro il 2050 per evitare effetti irreversibili e che è necessario uno sforzo collettivo di tutti i settori dell’economia e della società.

Molte iniziative per l’azione climatica sono rivolte ai settori economici di profitto, ma resta ancora molto da fare per migliorare l’impronta climatica delle organizzazioni per la cooperazione allo sviluppo e umanitarie e rafforzare il loro contributo nella promozione dell’azione per il clima in tutto il mondo. Il ruolo che le ONG hanno nel promuovere l’integrazione tra le azioni per il clima a livello organizzativo, comunitario e istituzionale ha un grande potenziale che il progetto (e)missione (im)possibile desidera aiutare a sviluppare.

IL PROGETTO

Nella partnership del progetto fanno parte: 6 organizzazioni umanitarie (operanti nel settore della cooperazione allo sviluppo e per la tutela dell’ambiente e del clima) e un’università. I partner provengono dall’Italia, dalla Spagna e dal Portogallo. Abbiamo unito le forze per portare il contributo delle ONG all’azione per il clima.

Le azioni del progetto combineranno lo sviluppo di vari tipi di opportunità di apprendimento, dirette sia a un vasto pubblico di professionisti DC&H (della cooperazione allo sviluppo e dell’aiuto umanitario) che allo staff dei partner.

Un MOOC faciliterà l’accesso dei professionisti del settore DC&H a opportunità di formazioni flessibili per costruire le competenze chiave dell’azione per il clima. Basato su contenuti di apprendimento co-creati e basati sul lavoro, il MOOC è fatto su misura per i bisogni reali e le lacune di competenze dei professionisti del settore DC&H in questo campo.

(e)mission (im)possible sta anche sviluppando un percorso di apprendimento on the job dedicato alle competenze di azione climatica in modo che i professionisti possano diventare strateghi dell’azione climatica all’interno della loro organizzazione.

Infine, il progetto contribuisce a promuovere la cooperazione tra HEIs, NGDOs, esperti ambientali e climatici nell’integrazione delle qualifiche di neutralità climatica nell’istruzione superiore, promuovendo la replica e la diffusione dei suoi intenti di upskill.

(e)mission impossible mira a sviluppare qualifiche di istruzione superiore nel campo dell’azione climatica tra attuali e futuri professionisti della cooperazione per lo sviluppo. Con questo progetto vorremmo rafforzare il ruolo di leader nelle azioni climatiche delle ONG, che diventeranno esempi di buona condotta dal punto di vista ambientale e, quindi, climatico.

A questo scopo, (e)mission (im)possible mira a:

  • Migliorare la capacità degli istituti di istruzione superiore (HEI), delle ONG e delle organizzazioni ambientaliste a implementare formazione e sviluppare qualifiche nell’ambito dell’azione per il clima
  • Costruire competenze chiave sul clima che permettano ai professionisti delle ONG di diventare veri agenti di cambiamento.

(e)missione (im)possibile prevede le seguenti attività chiave:

 

  1. MOOC (Massive On-Line Open Course)
    Il MOOC, disponibile in 5 lingue diverse (inglese, italiano, portoghese, spagnolo e francese), consiste in 6 ore di video lezioni e letture aggiuntive sui temi chiave dell’azione climatica che aiuteranno i professionisti attuali e futuri a rivedere le dimensioni scientifiche, ambientali, politiche, economiche e umane del cambiamento climatico e a capire cosa possono fare le organizzazioni umanitarie internazionali per ridurre la loro impronta di carbonio e per vantare i loro effetti positivi sulla mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico.
  2. Toolkit di formazione sulla neutralità climatica
    Il progetto prevede la produzione di un Toolkit per la strategia di azione  climatica e un programma di formazione per lo sviluppo “on the job” delle competenze del personale delle ONG nell’azione per il clima. Il toolkit includerà uno strumento di calcolo dell’impatto climatico e un manuale sulla strategia di azione climatica trasformativa.
  3. Quadro metodologico per l’implementazione
    Il quadro metodologico per l’implementazione fornirà approfondimenti metodologici dettagliati per lo sviluppo di competenze di neutralità climatica tra i professionisti del settore DC&H e le ONG al di fuori della partnership.
    Il quadro fornirà strumenti chiave e consigli per la replica dello schema di apprendimento (e)mission (im)possible e la sua diffusione tra ONG, rappresentanti delle istituzioni del settore DC&H e accademici HEI.
  4. I webinar
    Saranno organizzati 4 webinar per sostenere il networking e promuovere la replicabilità di (e)mission (im)possible tra professionisti del settore DC&H, studenti e accademici.

Eventi di diffusione
Tra il 2022 e il 2024, sono previsti 6 eventi a Madrid, Roma, Lisbona, Cadice e Bruxelles per diffondere, condividere i risultati e le attività del progetto e rafforzare il networking tra organizzazioni no-profit, università e istituzioni impegnate in azioni sul clima nella cooperazione allo sviluppo e negli aiuti umanitari.

Le opportunità di apprendimento sono aperte a futuri e attuali professionisti del settore della cooperazione allo sviluppo e dell’aiuto umanitario: studenti, volontari, professionisti disoccupati o non ancora impiegati, personale delle ONG, accademici e insegnanti, ecc.

 

Le attività di networking, diffusione e valorizzazione saranno rivolte anche alle istituzioni locali, nazionali ed europee, agli istituti di istruzione superiore, alle organizzazioni climatiche e ai movimenti ambientalisti dal basso.

 

In termini di portata geografica, le attività di progetto di (e)missione (im)possibile coinvolgeranno e raggiungeranno partecipanti e stakeholder non solo in Italia, Spagna e Portogallo e in altri paesi europei, ma anche in altre regioni del mondo: Africa (Mozambico, Togo, Guinea-Bissau), America Latina (Venezuela, Bolivia, Colombia, Ecuador) e Medio Oriente.

LOGO

BROCHURE

ANNUALITÀ

2022-2024

FINANZIAMENTO

Il progetto è co-finanziato dall’Unione Europea all’interno del programma Erasmus+. I partner che promuovono il progetto sono A Sud, Fondazione Ecosistemi, Un Ponte Per, AIDGLOBAL, Iroko, Bosque y Comunidad, Universidad de Cadiz.

SOCIAL