Piano Di Salvaguardia Per 34 Popoli Indigeni Colombiani

Piano di Salvaguardia per 34 popoli indigeni colombiani

indigeniCon Risoluzione 003 l’Assemblea Nazionale delle Autorità Indigene ha adottato l’Auto n.004 del 2009, che ha carattere vincolante.

RISOLUZIONE 003 del 2009

COSTRUZIONE E ADOZIONE DI UN PIANO DI SALVAGUARDIA PER 34 POPOLI INDIGENI CONTEMPLATO NELL’AUTO N.004 DI FEBBRAIO 2009, secondo quanto disposto dalla CORTE COSTITUZIONALE

Nell’esercizio della nostra autonomia, del diritto proprio, della nostra legge di origine, e delle facoltà che ci conferiscono le norme interne e statuarie, riunitasi nella comunità indigena Awa Predio El Verde, Resguardo el Gran Sabalo, Corregimiento el Diviso, municipio di Barbacoas, dipartimento di Narino, stabilisce:

L’Adozione dell’Auto n.004 del 2009Come autorità dei popoli indigeni della Colombia nel compimento del diritto ancestrale e proprio, appellandoci ai principi di unità, cultura e autonomia in favore della perpetuazione alla vita come popoli originari, rispettiamo e accogliamo le decisioni della Corte Costituzionale, come garante delle libertà e dei diritti fondamentali, collettivi e integrali dei Popoli Indigeni.

Abbiamo deciso nel segno della nostra autonomia e nell’esercizio del governo proprio di adottare e applicare l’Auto n.004 del 2009 riguardo la Protezione dei diritti fondamentali delle persone e dei popoli indigeni sfollati a causa del conflitto armato o a rischio di sfollamento, nel segno del superamento dello stato di questione incostituzionale dichiarato nella sentenza T -025 del 2004, dopo la sessione pubblica dell’informazione tecnica realizzata il 21 settembre del 2007 davanti la Sala di Seconda Revisione.

Il processo di consulta previa e accordo sarà realizzato secondo i seguenti criteri:

L’Autorità Nazionale del Governo Indigeno ONIC è l’istanza di coordinazione nazionale per portare avanti le varie azioni e procedimenti tecnici e operativi con le autorità tradizionali di ciascuno dei popoli nelle azioni di consulta interna e formulazione delle proposte di auto-protezione.

I Piani di Vita dei Popoli Indigeni, i Piani di Auto-protezione, il Piano di Vita per la Perpetuazione alla Vita dei Popoli Indigeni e la Prevenzione allo Sfollamento, la Dichiarazione Universale riguardo i diritti dei popoli indigeni delle Nazioni Unite, la decisione del Tribunale Permanente dei Popoli, i Comunicati di situazione dei diritti umani e le risoluzioni dell’organo di difesa e le misure provvisorie e cautelari dei Popoli Indigeni sono le basi fondamentali per la formulazione e implementazione del Programma di Protezione dei diritti fondamentali e i Piani di Salvaguardia Etnica.

La protezione, garanzia, difesa e salvaguardia del territorio dei popoli indigeni deve essere l’asse fondamentale sul quale costruire il Programma di Protezione dei diritti e dei piani di salvaguardia etnica dei popoli indigeni della Colombia.

Il processo di consulta e accordo previ deve essere in tutti i casi un esercizio di rafforzamento del governo proprio e delle autorità tradizionali dei popoli indigeni e di conseguenza lo Stato colombiano deve rispettare gli usi tradizionali, i costumi e i mandati dei popoli indigeni per la formulazione del programma di protezione e i piani di salvaguardia etnica.

Il programma di protezione e i piani di salvaguardia devono essere formulati con il rispettivo approccio differenziale e attenendosi in tutti i casi ai diritti collettivi, integrali e fondamentali dei Popoli Indigeni nelle loro condizioni socio-economiche e culturali specifiche.

A partire dall’inizio del processo di formulazione si dovranno assicurare strategie di controllo, monitoraggio e valutazione accordate e autonome che permettano la direzione del programma di protezione e i piani di salvaguardia etnica a partire dalla prospettiva dei Popoli Indigeni e le loro autorità tradizionali.

Per lo sviluppo delle azioni di accordo il Governo Nazionale dovrà garantire il seguente processo metodologico che fa parte del Mandato delle Autorità Indigene:

– realizzazione nell’immediato periodo di un Incontro Nazionale delle Autorità Indigene, come spazio proprio e autonomo di riflessione interna e analisi dell’Auto n.004 che permetta di definire le azioni specifiche per la formulazione del Programma di Protezione dei Diritti e i Piani di Salvaguardia Etnica con ognuno dei Popoli Indigeni della Colombia.

– assegnazione delle risorse economiche che garantiscano la realizzazione del processo di consulta e accordo per la formulazione e l’implementazione del Programma di Protezione dei Diritti di tutti i Popoli Indigeni e i Piani di Salvaguardia Etnica dei Popoli Indigeni della Colombia.

Si esige dal Governo Nazionale il rispetto e il riconoscimento dei procedimenti interni, gli usi, le tradizioni, i costumi e il tempo dei Popoli Indigeni davanti allo sviluppo del processo di consulta e accordo.

L’Assemblea Generale delle Autorità Indigene, basato sul principio di buona fede e solidarietà decide di sollecitare l’accompagnamento tecnico e l’assessorato delle Entità dello Stato Colombiano come l’Organo di Difesa del Popolo in qualità di garante dei diritti dei Popoli Indigeni e delle Organizzazioni Non Governative come CODHES nella sua condizione di Segreteria Tecnica della Commissione di Controllo della Politica Pubblica riguardo allo sfollamento, Organismo di Cooperazione Internazionale, Agenzie delle Nazioni Unite e organizzazioni non governative di protezione dei diritti umani dei popoli indigeni che decidano di adottare il presente mandato, i criteri definiti e la metodologia adottata.

ASSEMBLEA NAZIONALE DELLE AUTORITÀ DELL’ORGANIZZAZIONE NAZIONALE INDIGENA DELLA COLOMBIA – ONIC

UNIPA ACITAM
CRIOM AZCAITA
CRIDEC CRIC
CRIR OIA
ASOREWA CRIHU
ORIQUIN ORIVAC
ACIESNA OZIP
CAMAEMKA ORIC
MUISCA-COTA CRIT
AASIWASUG PUEBLO YUKPA
OIK MAYABANGLOMA
CABILDO MAYOR ZENU