Perù: Verso La Deroga Dei Decreti Contestati

Perù: verso la deroga dei decreti contestati

amazzonia perùDopo gli scontri tra le comunità indigene e le forze di polizia, iniziati lo scorso 5 giugno, il Congresso peruviano aveva votato la sospensione per 90 giorni dei decreti 1090, relativo alle foreste e alla tutela del patrimonio boschivo, e del decreto 1064.

La sospensione dei DL – criticata dalle comunità indigene e dalle forze politiche dell’opposizione perchè misura debole e a tempo determinato – sarebbe servita, nelle intenzioni del governo, a favorire il dibattito sulle eventuali modifiche da apportare alla normativa, per accogliere le richieste delle comunità amazzoniche.

La CAOI ha denunciato che si tratta di una manovra per “frenare la mobilitazione nazionale e la pressione internazionale a sostegno della protesta indigena, contro la violazione dei diritti dei popoli amazzonici e la tutela delle risorse naturali”.

E’ di ieri la notizia che il Primo Ministro, Yehude Simon, ha annunciato che rinuncerà all’incarico “nelle prossime settimane”, dopo che il conflitto tra il governo e le comunità indigene dell’Amazzonia sarà definitivamente risolto. “Darò le dimissioni solo dopo una risoluzione definitiva della questione, e mi aspetto che questo avvenga nelle prossime settimane” ha dichiarato Simon alla RPP.

Fonti: Pulsar Noticias – AFP