Donne Lavoratrici Rurali: Alleate Dello Sviluppo Dei Paesi

Donne lavoratrici rurali: alleate dello sviluppo dei paesi

Il ruolo svolto dalle donne rurali nello sviluppo sostenibile e nella gestione delle risorse naturali è fondamentale per il mondo, ha segnalato il segretario generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU),  Ban Ki-moon. Secondo quanto afferma Ki-moon, nell’ambito della commemorazione della Giornata Internazionale delle Donne Rurali, è necessario che le autorità assumano un maggiore impegno e aumentino gli investimenti in infrastrutture e servizi che facilitino il lavoro di questo settore della popolazione.

Il massimo rappresentante dell’ONU ha denunciato la situazione vissuta in molte zone del mondo da un gran numero di donne, la quali lavorano nel campo prive dei loro diritti fondamentali, oltre ad essere discriminate, escluse ed emarginate dalla società e dai loro stessi governi.
 
Ki-moon ha affermato che è indispensabile agire con tutto lo sforzo possibile per dare priorità al tema delle pari opportunità all’interno dell’agenda internazionale, affinché la situazione di queste donne possa cambiare.
 
Per ultimo, il massimo rappresentante dell’ONU ha sottolineato l’urgenza di creare una nuova ed unica entità delle Nazioni Unite che si interessi esclusivamente delle questioni dell’uguaglianza di genere, un diritto assai poco perseguito nella maggior parte dei paesi.
 
In Guatemala le donne rurali e indigene, che costituiscono la maggioranza della popolazione femminile guatemalteca, soffrono continue discriminazioni per il fatto di essere donne ed in più povere, oltre ad essere uno dei gruppi più sfruttati nei campi, poiché il loro lavoro viene considerato complementare a quello dei loro conviventi.

Fonte Adital

Traduzione di Marica Ganelli