Pillola Verde - Le climate litigation come strumento per la giustizia climatica

Alle sfide future per rispondere alla crisi sociale ed economica post #Covid19 si affianca la sfida del secolo, che anche durante questo periodo ha continuato ad incombere sulle nostre vite: la crisi climatica.Forzati dal lockdown, abbiamo concesso una breve tregua ad un Pianeta in forte affanno: non sarà sufficiente però a ristabilire l’equilibrio della Terra. La crisi climatica che già è in atto minaccia le popolazioni umane e gli ecosistemi, mettendo a repentaglio la salvaguardia dei diritti umani fondamentali.Servirà una modifica drastica ai sistemi politici ed economici di tutto il mondo per far fronte al climate change e l’uso di strumenti a supporto delle mobilitazioni e rivendicazioni per la giustizia climatica che partono dal basso, come le climate litigations.Giovedì 4 giugno ne parleremo con Lucie Greyl di A Sud e Giudizio Universale, insieme al Prof. di Diritto Costituzionale Michele Carducci dell'Università del Salento, membro del team legale di Giudizio Universale (la prima causa climatica contro lo Stato italiano), a Filippo Fantozzi, coordinatore internazionale dell'associazione Notre Affaire à Tous, tra i promotori del contenzioso contro lo stato francese L’Affaire du Siècle, e con il contributo dell'avv. Dennis van Berkel della Fondazione Urgenda, che ha vinto la prima climate litigation contro lo stato olandese.

Pubblicato da A Sud Onlus su Giovedì 4 giugno 2020

Le climate litigation come strumento per la giustizia climatica

Giovedì 4 giugno, ore 18:30

Crisi globale, vulnerabilità delle comunità, responsabilità del sistema economico, tutela del diritto alla salute e alla vita: non se ne è mai parlato così tanto come durante i due mesi di lockdown.  Ma non è solo il coronavirus che dovrebbe spingerci a interrogarci su questi temi: la crisi climatica che già è in atto minaccia le popolazioni umane e gli ecosistemi, mettendo a repentaglio la salvaguardia dei diritti umani fondamentali.

Cosa abbiamo imparato dalla pandemia di COVID-19 per affrontare le minacce future? In che modo il diritto può contribuire a fare fronte alla crisi climatica? E Come Le climate litigations possono supportare le mobilitazioni e rivendicazioni per la giustizia climatica?

Ne parla Lucie Greyl di A Sud e Giudizio Universale insieme al Prof. di Diritto Costituzionale Michele Carducci dell’Università del Salento, membro del team legale di Giudizio Universale (la prima causa climatica contro lo Stato italiano), a Filippo Fantozzi, coordinatore internazionale dell’associazione Notre Affaire à Tous, tra i promotori del contenzioso contro lo stato francese L’Affaire du Siècle, e con il contributo dell’avv. Dennis van Berkel della Fondazione Urgenda, che ha vinto la prima climate litigation contro uno Stato, l’Olanda.


Il webinar è inoltre inserito nella rassegna “#PillolaVerde: Prospettive ecologiche per un mondo da ricostruire”.
Info su: https://bit.ly/pillolaverde

 

Vai alla pagina dell’evento!

Evento Facebook