La Città Del «buon Vivere» – Presentazione Del Rapporto IGS

La città del «buon vivere» – Presentazione del Rapporto IGS

di Chiara Spizzichino per Comune-info.net| Negli ultimi anni si è acuita la situazione di impasse che il territorio della città di Roma sta vivendo, caratterizzata da un costante disgregarsi del tessuto sociale, dal diffondersi del degrado ambientale e da una classe politica che non è stata in grado di rispondere e far fronte alle problematiche emerse in differenti ambiti, quali, solo per citarne alcuni, quello infrastrutturale, della pianificazione territoriale, della gestione delle risorse idriche ed energetiche, della produzione, dei rifiuti, del welfare territoriale, etc. La carenza di parametri adeguati a valutare l’efficacia delle politiche sociali e ambientali varate dalle amministrazioni pubbliche ha orientato la ricerca «Dallo sviluppo sostenibile alla giusta sostenibilità. Igs come strumenti di indirizzo delle politiche pubbliche» condotta da A Sud verso l’utilizzo di un nuovo indice: l’Indice di Giusta Sostenibilità (Igs) che permette di integrare nelle valutazioni riguardanti l’efficacia ambientale delle scelte politiche anche la loro dimensione sociale, fornendo un quadro integrato e introducendo tra le categorie di indagine quella, emergente, della giustizia ambientale. La ricerca, finanziata dalla Provincia di Roma, è stata realizzata in maniera partecipata, mediante il coinvolgimento di oltre trenta realtà sociali cittadine, con la convinzione che di fronte a tale scenario il ruolo della società civile organizzata rappresenti un portato di saperi e progettualità di grande valore, un patrimonio dal quale partire per la costruzione di condizioni materiali di benessere, di «buon vivere». Il lavoro realizzato risponde all’esigenza di inquadrare il portato delle realtà sociali operanti sul territorio della Provincia di Roma in una riflessione più ampia e sistemica, con l’obiettivo di comporre un quadro sfaccettato ma organico di riflessioni, esperienze e proposte utili ad allargare il ragionamento sulle pratiche partecipative e l’elaborazione di azioni di governo territoriale. Una esigenza avvertita tanto dalla società civile organizzata quanto dalle amministrazioni pubbliche che intendono fare della partecipazione e del buon governo del territorio l’asse centrale della loro azione. In quest’ottica, la mappatura di attori della società civile della Provincia di Roma presentata nella ricerca, può essere uno strumento per l’individuazione di interlocutori utili all’elaborazione e all’implementazione pratica di un programma di governo basato sulla conversione dell’attuale modello economico in termini di sostenibilità ambientale e sociale. Tali attori devono essere coinvolti nell’individuare le priorità delle politiche amministrative in una cornice di dialogo e confronto pubblico. L’obiettivo dell’iniziativa di presentazione del rapporto, che avverrà mercoledì 24 aprile, alle ore 16, presso la Sala Walter Tobagi alla Fnsi (Federazione Nazionale della Stampa in Via Vittorio Emanuele II 349), Roma, è duplice: da una parte consegnare alle amministrazioni locali quale nuovo strumento di indirizzo per le politiche pubbliche un indice, quello di giusta sostenibilità, capace di tenere al suo interno sia l’aspetto ambientale della sostenibilità sia quello della giustizia sociale; dall’altra promuovere spazi di confronto tra realtà sociali, forze politiche e candidati al governo territoriale. All’iniziativa saranno presenti rappresentanti di movimenti, organizzazioni sociali, amministrazioni locali, forze politiche e i candidati a sindaco di Roma, che insieme ragioneranno di governo territoriale. Chiara Spizzichino, associazione A Sud Le realtà che hanno partecipato alla ricerca sono: Alberto Bastiani Consorzio di cooperazione sociale, Associazione Culturale Stalker, Associazione daSud, Associazione contro le illegalità e le mafie “Antonino Caponnetto”, Action/Diritti in movimento, Bambini senza onde, Capo Horn- Bottega del Commercio Equo e Solidale, Casa Internazionale delle Donne, Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali, Comitato Malagrotta, Comitato No Corridoio Rm-Lt per la metropolitana leggera, Comitato per la riduzione dell’impatto ambientale dell’aeroporto di Ciampino, Comitato Teatro Valle Bene Comune, Coordinamento Comitati No Pup, Coordinamento provinciale Libera Roma, Coordinamento Rifiuti Zero per il Lazio, Crap/Coordinamento Romano Acqua Pubblica, Forum pace diritti umani e la solidarietà internazionale della Provincia di Roma, Forum italiano dei movimenti per la terra e il paesaggio/Coordinamento Salviamo il paesaggio Roma e Provincia, Gioventù Attiva, Laboratorio Urbano Reset (Riconversione per un’Economia Solidale, Ecologica e Territoriale), No Coke Alto Lazio, No Pup indignati, Occhio del Riciclone Lazio, Orti urbani Garbatella, Rete Solare per l’Autocostruzione, Rigas/Rete Italiana per la Giustizia Ambientale e Sociale, Rete della Conoscenza Roma, #salvaiciclisti, Sos Discarica Riano, associazione contadina terraTerra, Un ponte per… Per maggiori informazioni: https://asud.net/roma-24-aprile-2013/#more-10077