Il Salvador Ricorda Romero

Il Salvador ricorda Romero

romeroLa Commissione per la Verità ha redatto un documento, con i dettagli dei crimini commessi durante la guerra civile e che furono oggetto di denuncia da parte di Romero, nel quale si informa che l’assassinio di Romero fu ordinato da Roberto D’Aubuisson, fondatore dell’Alleanza Repubblicana Nazionalista (ARENA), al potere dal 1989.

La Cattedrale di San Salvador è il luogo in cui sono conservati i resti dell’arcivescovo, dove decine di persone si sono recate questo martedì per onorarne la memoria. L’attuale arcivescovo di San Salvador, José Luis Escobar Alas, ha celebrato messa in onore di Romero, ricordando la brutalità e la codardia dell’attentato. “Voglia Dio che presto sia canonizzato il nostro primo santo, martire del Salvador”, ha detto l’arcivescovo.

Intanto, i fedeli chiamano il religioso “San Romero d’America” ed aspettano la sua prossima santificazione da parte del Vaticano. Romero aveva trasformato il pulpito in una tribuna di denuncia delle atrocità che il Governo e i militari commettevano contro la popolazione negli anni precedenti al conflitto armato.

Funes promette di continuare sui passi di Romero – Il presidente eletto del Salvador, Mauricio Funes, ha assicuratomartedì che i cinque anni del suo governo renderanno onore all’arcivescovo assassinato Oscar Arnulfo Romero perché, come il religioso, il suo governo si concentrerà ad aiutare “i vulnerabili e gli esclusi”.

In un comunicato emesso dal Brasile, dove si era riunito con il presidente Luiz Inacio Lula da Silva in occasione della visita alla famiglia brasiliana di sua moglie, Funes ha dichiarato che “così come il nostro vescovo martire ripeteva che la chiesa del Salvador solo poteva avere un occhio di riguardo per i poveri. Durante la mia presidenza, i favoriti saranno i vulnerabili e gli esclusi”.

Funes, un ex giornalista di 49 anni, candidato con l’ex guerrigliero Fronte Farabundo Martí per la Liberazione Nazionale (FMLN), che ha vinto le elezioni presidenziali del 15 marzo, ha assicurato che governerà “per tutti”, ma che concentrerà i propri “sforzi nel risolvere i problemi dei più poveri e della classe media”.

TeleSUR

Traduzione di Federica Amici