Il Comitato Irpino No Triv  Contesta Renzi

 Il Comitato Irpino No Triv contesta Renzi

[su Il Ciriaco]

“Il 28 novembre, Renzi ha deciso di venire in visita nella nostra Provincia – si legge in una nota a firma del Comitato Irpino No Triv -. Viene in una terra che, negli ultmi trenta anni, è stata vittima delle politiche di deindustrializzazione e desertificazione volute ed attuate da questa classe dirigente. Viene in Irpinia, tenendosi a distanza da Napoli e da Bagnoli che, giustamente, circa un mese fa, il 7 novembre, gli ha gridato infaccia, a chiare lettere, di essere indesiderato. Sceglie l’Irpinia, credendola anello debole e terra senza resistenze.

Viene per un tour sulle eccellenze industriali, a Morra de Sanctis, all’EMA, gruppo Rolls Royce, unica fabbrica che, nel deserto che hanno creato, oggi, regge alla crisi. Viene in uno dei territori che, grazie allo Sblocca Italia, legge voluta e approvata dal suo partito e da questa strana maggioranza di governo, rischia di essere data in pasto alle multinazionali del greggio. In questi mesi, il presidente non eletto, sta trovando sacche di resistenza in ogni Regione, Provincia, Città che sta toccando. Il consenso sbandierato dai mas media, scricchiola e viene smentito dalle sortite del premier che, trova territori, uomini e donne rivoltosi che oggi pagano la crisi voluta dai provvedimenti messi in atto dall’esecutivo di governo guidato da lui. Jobs Act, Sblocca Italia, La buona scuola, tutti provvedimenti che stanno portando in recessione il paese, attaccando i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, svendono, commissariano e regalando interi pezzi di territorio alle multinazionali, destrutturano e smantellano la scuola e l’università.

La manifestazione del 7 a Bagnoli sullo Sblocca Italia, il 14 in tutta Italia, per lo sciopero sociale e gli scioperi dei sindacati e dei movimenti in difesa dei territori e dei beni comuni, come Potenza, sta mettendo in crisi il pagliaccio di Firenze e oggi si aspettano che anche dall’Irpinia, i movimenti, facciano sentire indesiderato Renzi. Il 28 novembre prepariamo il comitato di accoglienza a Renzi. Tutti a Morra, cacciamolo dalla nostra Provincia.

‪#‎renzistaisereno ‪#‎scapparenzi ‪#‎resistenzecontadine ‪#‎seinvadilemontagnestaiattentoailupi ‪#‎NOTRIV ‪#‎bloccalosbloccaitalia

Appuntamento alle ore 9, davanti i cancelli dell’E.m.a. di Morra de Sanctis”.

*Articolo pubblicato su ilciriaco.it, titolo originale: Il Comitato Irpino No Triv a Morra de Sanctis pronto a contestare Renzi”, 26 novembre 2014