I Movimenti Sociali Preparano Assemblea Alternativa Al BID

I movimenti sociali preparano assemblea alternativa al BID

bid1L’”Assemblea dei Popoli” costituisce la fase finale della campagna denominata “Fronte BID” guidato dalla metà dello scorso anno da più di 60 organizzazioni di paesi come Argentina, Messico, EE.UU., Ecuador, Bolivia, Uruguay, Paraguay, Brasile tra gli altri, il cui tema di discussione non è stato altro che evidenziare come nei 50 anni della sua esistenza, l’organismo multilaterale abbia agito in maniera contraria alla sua  missione: promuovere lo sviluppo e ridurre gli indici di povertà e inequitò nell’emisfero.Per cinque giorni, l’”Assemblea dei Popoli” seguirà una nutrita agenda di attività e vedrà la partecipazione di importanti accademici dell’ordine nazionale ed internazionale. E’ il caso del forum “alternative allo sviluppo” che si terrà il 25 marzo nell’auditorium principale del Piccolo Teatro e che ha come obiettivo la realizzazione di un bilancio, teorico e politico, sull’impatto di piani, programmi e progetti finanziati dal BID nell’America Latina e nei Caraibi.L’agenda di attività comprende anche la partecipazione delle comunità dei quartieri popolari di Medellìn. Il 29 marzo ci saranno incontri contemporaneamente in vari municipi della capitale, in cui si discuteranno temi legati allo sviluppo locale, ai servizi pubblici ed all’inequità.

Senza dubbio uno degli eventi più significativi della programmazione è dato dall’”Auditoria Pubblica”, una sorta di tribunale simbolico nel quale verranno presentati almeno 12 casi emblematici di progetti finanziati dall’organismo multilaterale in paesi come il Perù, la Bolivia, l’Ecuador e la Colombia, che hanno violato le normative ambientali deteriorando le condizioni di vita delle popolazioni.

I casi di elettricità idrica, autostrade, sviluppo energetico sono da annoverare tra i più rappresentativi. Uno di questi è il progetto dell’autostrada Pasto-Mocoa. Riguarda la costruzione di una strada che colleghi Tumaco, costa del dipartimento di Narino sul Pacifico, a Bèlem, costa atlantica brasiliana. Questo comporta la costruzione di una rete che va dal dipartimento di Pasto sino al Putumayo, nonché nuove forme di sfruttamento idrico del Rìo delle Amazzoni.

da: Adital

Traduzione di: Alessandra Panzera