STOP ACEA! Assemblea Dei Movimenti

STOP ACEA! assemblea dei movimenti


Dettaglio eventi


aceaAssemblea dei movimenti e dei comitati

 

STOP ACEA! DIFENDERE I BENI COMUNI, RIPUBBLICIZZARE L’ACQUA

 

 

SABATO 21 MARZO, h.10.00

Sala Gonzada

Via della consolazione n.4, Roma

 

 

Dal passaggio a S.p.A. al successivo ingresso dei privati nel capitale societario, dalla collocazione in Borsa all’espansione territoriale in Italia e all’estero, Acea si è trasformata in una holding, che persegue il disegno delle politiche liberiste degli ultimi decenni : la finanziarizzazione dei servizi pubblici locali e la mercificazione dell’acqua e dei beni comuni a scopo di business.

 

I risultati sono sotto gli occhi di tutti : dagli aumenti costanti delle tariffe al peggioramento della qualità dei servizi, dalla riduzione dell’occupazione alla precarizzazione e al peggioramento delle condizioni di lavoro, dall’aumento dei consumi alla mancanza di trasparenza e di comunicazione.

 

Con l’esproprio del controllo sociale delle popolazioni sulle scelte effettuate e  lo svuotamento della stessa democrazia rappresentativa dei consigli comunali, sostituiti dai consigli di amministrazione. E’ ora di dire basta. E’ ora di avviare una campagna per la ripubblicizzazione dell’acqua e per la difesa dei beni comuni.

 

Una campagna che, nel dire da subito un secco NO a qualsiasi ipotesi di ulteriore e definitiva privatizzazione di Acea, attraverso la discesa della quota del Comune di Roma sotto il 51%, ponga le premesse per la sua ripubblicizzazione, attraverso una mobilitazione sui seguenti obiettivi

 

–  l’immediato scorporo del settore acqua da Acea e la costruzione, realtà per realtà, del percorso per la ripubblicizzazione dell’ acqua, attraverso:
- una campagna rivolta agli enti locali, perché inseriscano negli Statuti comunali della dichiarazione dell’acqua come bene comune e del servizio idrico come “servizio privo di rilevanza economica”, premesse necessarie alla ripubblicizzazione dell’acqua;
- una campagna per la tutela della risorsa e la salvaguardia ambientale della stessa, contro i massicci prelievi e gli inquinamenti;
- una mobilitazione per il diritto all’acqua e un sistema tariffario equo, sociale e solidale
- l’immediata inversione di rotta sulla politica dei rifiuti, attraverso:
a. la riapproriazione sociale del ciclo dei rifiuti, con conseguente abbandono di ogni scelta di incenerimento e la costruzione di percorsi legati alla strategia “rifiuti zero”
b. la costruzione di percorsi di democrazia partecipativa che, accanto al rilancio del ruolo degli enti locali, prevedano il reale coinvolgimento dei cittadini e dei lavoratori su tutte le scelte relative ai servizi pubblici locali

 

Promuovono:

Action – Amici di Beppe Grillo Roma – Ass. Articolo 3 Roma – Ass. Lib Lab – A Sud – Attac Roma – Cobas Acea – Coordinamento Romano Acqua Aniene – Coordinamento Romano Acqua Pubblica – Città dell’altra economia/Osservatorio Oppidum – Gruppo Portuense Roma – Rete Lilliput nodo romano/laboratorio decrescita – Attac Pomezia – Comitato Acqua Pubblica Velletri – Comitato Acqua Pubblica e Basta! Rieti – Attac Frosinone – Coordinamento Acqua Pubblica Frosinone – Coordinamento Umbria acqua pubblica e beni comuni – Rete movimenti toscani per l’acqua – Lavoratori Pubbliacqua Toscana – RdB Energia – Yaku – Coordinamento “Non bruciamoci il futuro” – Forum italiano dei movimenti per l’acqua