Giornata Della Memoria Del Genocidio Indigeno | Genova, 11 Ottobre

Giornata della Memoria del genocidio indigeno | Genova, 11 ottobre


Dettaglio eventi

  • Data:
  • Luogo: genova

indigeniAltro che scoperta dell’America! Due giorni di eventi a Genova!

 

A Sud organizza, assieme a numerose altre associazioni che da anni si battono a fianco delle popolazioni originarie, una due giorni di eventi per chiedere al Parlamento italiano di riconoscere l’11 di ottobre  come “Giornata della Memoria del genocidio indigeno”.

 

Alle iniziative, che prevedono un seminario, un evento culturale ed una cerimonia di chiusura, saranno presenti rappresentanti di diversi popoli indigeni, provenienti da Stati Uniti, America Latina, Alaska, Africa.

 

 

 

Genova, 11 – 12 settembre 2008

 

 

 


Agenda delle iniziative

 

 

sabato 11 ottobre


 

ore 10.00-17.00: Seminario “LA MEMORIA DELL’AMERICA INDIGENA – testimonianze di un genocidio”

 

ore 21.00: Evento culturale “EMOZIONI DALL’AMERICA INDIGENA – parole e suoni dei Nativi americani”

 

 

domenica 12 ottobre


 

ore 11 : CERIMONIA DI CHIUSURA

a seguire: performance teatrale “L’UOMO ALBERO” a cura della Compagnia teatrale XXXX (Camogli-GE)

 

 

 

 

 

MANIFESTO DI COSTITUZIONE DEL COMITATO 11 OTTOBRE

 

per l’istituzione della Giornata della Memoria del Genocidio dei Popoli Indigeni

 

 

Nell’epoca della globalizzazione “forzata” in cui siamo portati a pensare che sia inevitabile la progressiva e inesorabile omogeneizzazione delle culture e dei popoli, è fondamentale dare voce a tutti i popoli indigeni che ancora oggi, nonostante secoli di genocidio fisico e culturale, continuano a resistere e affermare un modo diverso di rapportarsi con la Madre Terra.

 

 

Il Comitato 11 Ottobre, formato da gruppi e associazioni che da molti anni si battono per il diritto all’autodeterminazione dei popoli indigeni di tutto il pianeta, si è costituito a Genova il 13 aprile 2008 allo scopo di diffondere la conoscenza di una storia diversa da quella scritta dai vincitori e promuovere iniziative di supporto a tutte le rivendicazioni che oggi, faticosamente, i popoli nativi portano avanti.

 

 

Per fare ciò pensiamo sia necessario partire dalla consapevolezza che ad una strada lastricata d’oro “scoperta” dai colonizzatori ne è corrisposta un’altra, di lacrime e sangue, sofferta dai colonizzati. La metafora può apparire forte ma di fatto siamo a ricordare un genocidio perpetrato su milioni di persone e migliaia di popoli e culture. Non serve oggi, e non lo vogliono i popoli indigeni, focalizzare l’attenzione e l’analisi su quanto è avvenuto in passato, però ignorare la storia non produce pacificazione ma rancori.

 

 

La possibilità di costruire un futuro fondato su un vero rapporto di rispetto e incontro reciproco deve partire dal riconoscimento di ciò che è accaduto, e continua ad accadere anche oggi ai popoli indigeni in ogni parte del mondo, dal Botswana al Tibet, dalle Americhe all’Oceania.

 

 

A tale scopo il Comitato 11 Ottobre si propone di realizzare, per l’11 e 12 ottobre 2008, due giornate di incontri ed eventi culturali incentrati sulla resistenza dei popoli indigeni, intesa come fiera conservazione della propria dignità e identità culturale. Il proponimento del Comitato è quello di riproporre questa iniziativa anche negli anni futuri, dando voce ai popoli indigeni con l’intento anche di iniziare uno scambio di pensieri, tradizioni e valori tra le culture.

 

 

Quest’anno gli eventi vedranno protagonisti esponenti della cultura nativa americana (scrittori, artisti, danzatori) che ci porteranno la testimonianza di quanto ancora oggi sia viva la propria cultura e di quanto sia importante resistere “in positivo” per realizzare spazi autonomi di sovranità e autodeterminazione così come previsti dalla Convenzione ILO 169 e dalla Dichiarazione dei Diritti dei Popoli Indigeni approvata recentemente dalle Nazioni Unite.

 

 

Per questo il Comitato 11 Ottobre sostiene una campagna affinché anche il nostro Paese ratifichi la Convenzione ILO 169, unico strumento giuridico internazionale vincolante su cui i popoli indigeni e tribali possono contare per ottenere il riconoscimento dei propri diritti.

 

 

Infine, le due giornate di eventi rappresenteranno l’occasione per lanciare una campagna per richiedere al Parlamento italiano l’istituzione di una “GIORNATA DELLA MEMORIA DEL GENOCIDIO DEI POPOLI INDIGENI” in corrispondenza dell’11 Ottobre.

 

 

La scelta di questa data vuole ricordare, in modo simbolico, l’ultimo giorno di libertà dei popoli indigeni americani, nella speranza che il cerchio spezzato si possa ricomporre per le generazioni future.

 

 

 

Al Comitato 11 Ottobre aderiscono:

 

Associazione Alter-Nativi (Roma)
Associazione A SUD (Roma)
Coordinamento Donne Latino Americane (Genova)
Coordinamento per la Difesa di M. Graham (Modena)
Associazione Gaia Terra (Roma)
Associazione Huka Hey (Pordenone)
Associazione Hunkapi (Genova)
Associazione Il Cerchio (Coordinamento nazionale di solidarietà ai/dai Nativi americani)
Associazione Kiwani-Il Risveglio (Firenze)
Associazione Soconas Incomindios (Torino)
Associazione Wambli Glesca (Ravenna)
Gruppo Heyata (Vicenza)
Con il supporto di :
Nativi Americani.it
Gruppo Osimo-Ancona
ItalyAIM.it

 

 

 

per info: isottacarraro@asud.net