Colleferro Protesta Contro Il TMB

Colleferro protesta contro il TMB

rifiutiamoci[su La Notiziah24]

 

 

Oggi, 29 novembre ore 14,30 in via Carpinetana, all’interno del piazzale della Biblioteca comunale di Colleferro nonchè sede centrale di Lazio Ambiente si sono riuniti in moltissimi per protestare in virtù della salvaguardia del territorio e della salute!!!

 

 

 

Decisamente no al TMB ( trattamento meccanico biologico)! Presenti in fila nel corteo molti rappresentanti politici, i ragazzi dell’U.G.I. I ragazzi del liceo Guglielmo Marconi di Colleferro, l’Oratorio Centro Giovanile Don Bosco, la sezione G. Emilio D’Amico Lidia Ciccognani di Genazzano, il Comitato Alternativa Sostenibile, il Comitato dei Rifiuti Zero. Il No si è rivolto al progetto di un nuovo impianto che alimenterà discariche ed inceneritori dannosi per salute ed ambiente.

 

 

 Giovani senza ombrello completamente zuppi, anziani, bambini e mamme con le carrozzine hanno camminato in protesta contro la devastazione della sanità pubblica. Gente di ogni tipo dunque quella che oggi ha calpestato il suolo cittadino e protestato a gran voce in maniera apolitica e pacifica per le strade Colleferrine.

 

 

Il tentativo di ‘questa gente’ che nonostante il mal tempo è scesa in strada per lottare e difendere la propria salute ed il rispettivo futuro ha voluto far giungere un messaggio ben diretto agli uffici soprastanti: a Colleferro deve partire un serio progetto di rivalutazione cittadino, ambientale, restituendo al mittente il progetto di un ‘nuovo macchinario mortale. Molti i sindaci della zona: Anagni, Segni, Carpineto, Montelanico, Gorga, Paliano e Ferentino. Il corpo della protezione civile di Artena, la Polizia locale ed il corpo dei Vigili Urbani hanno tutelato per tutta la durata della manifestazione la situazione,mantenendo un livello di protesta nel rispetto e nella pacificità.

 

 

Accompagnati da musica, striscioni e tanta speranza, i manifestanti non si sono fermati di fronte a nulla, neanche nel momento di grande pioggia! Un gran coraggio quello che ha spinto ‘oggi’ tutti coloro che credono in questa città; lottando uniti per difendere l’incolumità di tutti. All’inizio della manifestazione alcuni dei dirigenti delle associazioni promotrici dell’evento hanno introdotto e spiegato ‘chi’ e ‘come’ tradirono in partenza la città di Colleferro, una città che sta letteralmente sprofondando sommersa da rifiuti tossici, tossine sotto forma di cibo e liquidi che ingeriamo non tenendo presente poi le polveri sottili che si respirano.

 

 

Intervistando alcune persone anziane durante la manifestazione di protesta: ” Una volta facevamo il bagno nel fiume Sacco, bei tempi! – Un episodio ricordo…ero in acqua con i miei compagni quando ho visto l’acqua del fiume evaporare…ci ho buttato dentro un pezzo di carta e quella si è letteralmente disintegrata. Era acido liquido! Ma cosa buttano nel fiume?” La stessa domanda che da anni si pongono tutti coloro che affrontano il problema della città di Colleferro. Basta immondizia, basta rifiuti tossici, basta veleni. Le amministrazioni hanno abbandonato i cittadini in questa valle desolata, un’amministrazione Regionale ora proprietaria dell’impiantistica Colleferrina che ha autorizzato se stessa seguendo i criteri di un soggetto economico privato e che non privilegia l’interesse pubblico nei rispettivi fattori di ambiente e salute, installando il TMB a ridosso del monumento naturale della Selva di Paliano, il cuore del rilancio della intera vallata del Sacco.

 

 

 

Guarda la galleria fotografica della manifestazione 

 

*Articolo pubblicato su lanotiziah24.com, titolo originale: “Colleferro, la pioggia non ferma la grande manifestazione di protesta contro il TMB”, 29 novembre 2014