Ciao Alessandro

Ciao Alessandro

Stamattina ci siamo svegliati con una notizia orribile, inaspettata.

Ieri se n’è andato Alessandro Leogrande, nostro grande amico, compagno di tante battaglie, penna raffinata e collaboratore preziosissimo. In questi anni abbiamo avuto modo di conoscerlo ed amarlo, apprezzarne l’impegno, l’onestà intellettuale, le grandi capacità umane e professionali. Se ne va alla vigilia del lancio di un progetto in cui stavamo lavorando insieme, con l’entusiasmo di sempre.

La notizia ci lascia attoniti, sbigottiti.

Alessandro era un giornalista e uno scrittore come ce ne vorrebbero tanti. Un pensatore critico, un analista formidabile della realtà sociale, politica, storica, che non ha mai rinunciato a voler capire fino in fondo e rendere comprensibili le complessità con sui si è confrontato. Originario di Taranto, si è occupato di battaglie ambientali, di migrazioni, di diritti, di giustizia sociale.

Lo ha fatto sempre con garbo, con il sorriso, lasciando spesso disarmati i suoi uditori.

Chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo sa bene quanto è grande il vuoto che ci lascia.

 

Ciao Alessandro. Grazie di tutto.

Già ci manchi.