Centrale TVN: Per Il TAR “Verifica D’inquinamento” A Civitavecchia

Centrale TVN: per il TAR “Verifica d’inquinamento” a Civitavecchia

Italy, Civitavecchia, Rome Machinery unload Coal inside of the 'Dome' hermetic coal stock room, designed to avoid coal powder escaping into the atmosphere.Torrevaldaliga Nord power station is said to be the world's least polluting coal-fired power station[di Francesco Sparano, SIGAS*]

 

 

Il 16 luglio la terza sezione del TAR del Lazio ha ordinato la verifica sui livelli di inquinamento e sulle condizioni di agibilità della centrale a carbone Enel Torre Valdaliga Nord di Civitavecchia.

 

 

L’ordinanza, definita “clamorosa” dal Codacons, è arrivata in risposta ad un ricorso presentato dalla stessa associazione, finalizzato ad annullare il decreto del Ministero dell’Ambiente, con cui si rilasciava l’autorizzazione integrata ambientale all’Enel, senza aver predisposto attente valutazioni sui rischi ambientali e sugli impatti sulla salute dei cittadini che tale impianto può provocare. Nel ricorso si metteva in luce l’autorizzazione di parametri al di fuori dei termini della legge, in particolare di una concentrazione di monossido di carbonio pari al doppio di quello consentito in UE e la concessione di bruciare carbone con tenore di zolfo superiore all’1% anziché inferiore allo 0,3% come stabilito dalla Regione Lazio.

 

 

Secondo quanto scritto nell’ordinanza, il ricorso presentato dal Codacons non è ancora maturo per la decisione, in quanto è necessario approfondire una serie di aspetti: “è necessario disporre una verificazione a cura del presidente del CNR, o suo delegato, e del Comandante provinciale dei vigili del fuoco di Roma, o suo delegato, in riferimento ai punti di seguito indicati” scrive il TAR. In particolare, bisogna “verificare la concentrazione dei microinquinanti significativi potenzialmente pericolosi emettibili dalla combustione del carbone individuati nell’autorizzazione unica; verificare se tali emissioni superano i valori limite in concentrazione stabiliti per l’impianto in esame; verificare la concentrazione delle radiazioni ionizzanti emesse dal carbone utilizzato nella centrale e, quindi, l’eventuale superamento del limite di esposizione per la popolazione e per i lavoratori dell’impianto, stabilito dalle norme vigenti; verificare la concentrazione giornaliera per il monossido di carbonio”.

 

 

Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, invece, dovrà “verificare la quantità di Olio Combustibile Denso ancora presente presso la Centrale e se essa rientri nei limiti previsti dalle norme in materia di controllo e i pericoli di incidenti rilevanti”.

 

 

Soddisfazione da parte del Codacons, che chiede al neosindaco Cozzolino il blocco immediato della produzione di carbone in eccesso, in attesa degli esiti delle verifiche ordinate dal TAR.

 

 

*SIGAS, Sportello Informativo Giustizia Ambientale e Sociale | Leggi maggiori informazioni sul progetto 

Titolo originale: “Centrale TVN di Civitavecchia: il TAR ordina la verifica per stabilire quanto inquina”

 

Leggi anche:

Centrale Enel di Torrevaldaliga,  Il Tar vuole sapere quanto inquina