Brasile: Corte Suprema A Favore Degli Indigeni Di Raposa Serra Do Sol

Brasile: Corte Suprema a favore degli indigeni di Raposa Serra do Sol

raposa serra solIn questo modo, i coltivatori di riso e gli agricoltori non indigeni dovranno abbandonare il posto, mentre le comunità indigene dovranno adempiere a 19 diverse direttive. Dieci degli undici giudici hanno votato a favore di tale demarcazione in una sentenza pubblicato recentemente. Solamente il ministro Marco Aurélio Mello ha espresso voto contrario.

 

Con la conferma di tale demarcazione, oltre un milione e mezzo di ettari (1,7 milioni) diventeranno territorio collettivo per diciottomila indigeni di cinque diverse etnie.

 

Assieme alla sentenza sono stati però stabiliti 19 criteri che serviranno come base per altri processi di demarcazione delle terre indigene in Brasile.

 

L’avvocatessa dell’Istituto Socio-ambientale, Ana Paula Souto, ha messo in dubbio la legalità di alcune di queste direttive. Souto ha segnalato, ad esempio, il criterio per l’esecuzione di opere pubbliche sul territorio, in progetti considerati strategici. In questi casi, infatti, non saranno necessarie consultazioni della popolazione indigena. L’avvocatessa ha affermato infatti che la carta costituzionale 69 garantisce che gli indigeni siano consultati nel caso di realizzazione di opere pubbliche.