Bolivia: Vittoria Plebiscitaria Per Morales

Bolivia: vittoria plebiscitaria per Morales

Morales rieletto Presidente, quinta vittoria alle urne – Evo Morales ha ottenuto nelle elezioni di ieri la riconferma del suo mandato presidenziale e governera’ la Bolivia per altri cinque anni. Subito dopo l’annuncio dei risultati, accompagnato dal suo vice, Alvaro Garcia Linera, Morales ha promesso di accelerare il cambiamento nel Paese.

Vittoria annunciata quella del presidente e leader del Movimento al socialismo (Mas), Evo Morales, rieletto in con circa il 60% dei voti.Morales e ha battuto il principale avversario, Manfred Reyes Villa della destra che ha ottenuto circa il 23-24%.In dettaglio sulla base dei primi exit poll, Morales ha avuto tra il 62% e il 63,2% mentre la tv statale gli ha assegnato il 59,09%. Quattro anni fa era diventato il primo capo di stato indio del suo Paese e dell’America Latina

Anche prima di conoscere gli exit poll, centinaia di simpatizzanti di Morales (50 anni) si sono riversati nelle strade del centro di La Paz per festeggiare la vittoria di ‘el Evo’, come viene spesso chiamato nel suo Paese il presidente, che quattro anni fa è diventato il primo capo di stato indio (è dell’etnia aymara, ndr) della Bolivia e dell’America Latina.

A essere chiamati alle urne sono stati più di 5 milioni di boliviani per scegliere non solo il presidente e il suo vice, ma anche i 166 componenti dell’Assemblea Plurinazionale, il nuovo parlamento frutto della Costituzione promossa da Morales lo scorso gennaio, e approvato con un referendum.

L’interrogativo politico di fondo in queste ore nel paese andino è se il Mas sia riuscito ad ottenere la maggioranza in entrambe le camere del nuovo Parlamento, che proprio grazie alla nuova Costituzione ha un taglio chiaramente ‘indio’.

Poco prima di votare, Morales non ha fatto mistero di guardare con fiducia al futuro: magari anche per un terzo mandato dopo il 2014. La vittoria a queste elezioni rappresenta per Morales una rampa di lancio per rafforzare il modello di ‘socialismo comunitario’ che ha portato avanti in questi anni in un paese che rimane il più povero del Sudamerica, nonostante le ingenti risorse minerarie e di idrocarburi, petrolio ma soprattutto gas naturale.

 

Fonti: ANSA/ ADNKRONOS