Bolivia: Morales Consegna 17.000 Ettari Di Terre Al Popolo Guarani

Bolivia: Morales consegna 17.000 ettari di terre al popolo Guarani

guaraniIntervenendo ad Alto Parapetì la scorsa settimana, Evo Morales ha pubblicamente comunicato che 17.000 ettari di terreni incolti verranno destinati tramite consegna di un titolo di proprietà esecutivo al Popolo Guarani. Vincendo la resistenza ferrea dei proprietari terrieri della regione, il presidente Evo Morales ha destinato tali terre come al popolo Guarani, come incentivo per la ricostruzione del loro territorio ancestrale.

Morales è arrivato sui terreni della tenuta in elicottero, ricevuto da circa duemila Guaraní e simpatizzanti della città di Camiri, protetto da un folto schieramento di polizia e di militari, allestito per tutelarsi dalle minacce di mobilitazione dei latifondisti, che hanno interpretato l’annuncio della sua presenza in quella zona come una provocazione.

Dell’aprile del 2008, un gruppo di proprietari terrieri della provincia di Santa Cruz, dove sono state individuate decine di famiglie di Guarani che vivevano in condizione di semi-schiavitù, si è organizzata per opporre una strenue  resistenza, inclusa quella armata, ai lavori di regolarizzazione che stava realizzando il governativo Istituto Nazionale per la Riforma Agraria (INRA) nella regione. In nome di questa “missione” hanno commesso azioni di violenza e sequestri ai danni di membri indigeni dell’Assemblea Nazionale del Popolo Guarani (APG) e di elementi del personale dell’INRA.

In quello che il vice ministro del Ministero per il Territorio, Alejandro Almaraz, ha dichiarato come un giorno di trionfo nel cammino della Riforma Agraria, Morales ha emesso a favore dell’APG (oltre ai diciassettemila ettari), una sentenza che sancisce la restituzione allo Stato di cinque proprietà, per un totale di trentottomila ettari, nelle quali erano state riscontrate condizioni di semi-schiavitù.

Almaraz ha messo in chiaro che i proprietari di questi lotti disporranno della facoltà di appellarsi contro questa decisione davanti al Tribunale Agrario Nazionale.

Il presidente Morales ha distribuito simbolicamente trentaquattro licenze di bonifica ad altrettanti proprietari rurali.

Traduzione di Enrico Poli