Biomasse. La Asl: Conseguenze Sulla Salute

Biomasse. La Asl: conseguenze sulla salute

inquinamento-biomasse-e1432704875887[su OK!Mugello] OK!Mugello è entrato in possesso del documento (da fonte riservata) e rende note in anteprima alcune delle sue parti. Anche i tecnici della Asl (Igiene e Sanità Pubblica), chiamati ad esprimersi sull’impianto a biomasse di Petrona da un comune mugellano, affermano testualmente che ‘la combustione diretta di biomasse legnose, a causa della tossicità delle emissioni, e del basso potere calorifero di questi combustibili non risulta poter essere un’alternativa valida dal punto di vista ambientale ai combustibili fossili”.

 

Ancora, e ancora più categorico, spiega: “Impianti a combustibili fossili e a gas naturale hanno un impatto sull’ambiente nettamente inferiore a quello prodotto dalla combustione di biomasse, anche quando si adottano le migliori tecnologie disponibili per la combustione ed il trattamento dei fumi”. Come dire, aggiungiamo noi, non veniteci a dire che installerete dei filtri eccetera.

 

Tanto più che, spiegano i tecnici, nella zona non è mai stata installata una stazione di rilevamento della qualità dell’aria. Ed è così difficile capire se le emissioni della centrale (sommate a quelle già esistenti in zona) non porteranno ad un peggioramento della qualità dell’aria e rimarranno davvero al di sotto dei limiti consentiti.

 

Di più: “Sebbene entro i limiti previsti dalla legge gli inquinanti emessi dagli impianti di combustionehanno comunque degli effetti sulla funzionalità dell’apparato respiratorio, circolatorio ed endocrino, trattandosi per la maggior parte di agenti irritanti e, in alcuni casi, tra i possibili cancerogeni”.

 

Certo, spiegano dalla Asl, nel caso si conoscessero le concentrazioni degli inquinanti prima e dopo l’entrata in funzione della centrale si potrebbero comunque cercare di studiare nel dettagli gli effetti sulla salute. Studi che, comunque, risulterebbero molto difficili.

 

Tanto più che, nella zona, negli ultimi anni si è registrato un notevole aumento di utenze domestiche a legna e pellet, le cui emissioni, naturalmente, s andrebbero a sommare a quelle della centrale.

 

Pubblicato il 27 Maggio 2015 su OK!Mugello