Atenco: A Tre Anni Dal Massacro LIBERTAD Y JUSTICIA Per I Progionieri Politici!

Atenco: a tre anni dal massacro LIBERTAD Y JUSTICIA per i progionieri politici!

atencoDodici persone risultano a tutt’oggi detenute in seguito ai fatti di Atenco e su di loro pendono condanne gravi quanto ingiuste, che vanno dai 31 ai 112 anni di reclusione. La Campagna Nazionale e Internazionale Libertad y Justicia para Atenco, che abbiamo lanciato lo scorso febbraio e che riunisce circa 130 organizzazioni di più di venti stati del paese e di molte altre nazioni, oltre a artisti, accademici, intellettuali è una iniziativa promossa dalla società civile messicana per ottenere la liberazione dei dodici prigionieri  detenuti nelle carceri messicane senza essere criminali né aver commesso alcun delitto ma piuttosto perché PRIGIONIERI POLITICI DELLO STATO MESSICANO. Prima delle giornate di mobilitazione di ieri ed oggi, che vedranno coinvolte diverse città del paese e del mondo, è stato diffuso un appello che ha raccolto le voci della società civile nazionale e mondiale per richiedere l’immediata scarcerazione dei dodici prigionieri politici di Atenco. Il testo dell’appello, che segue sotto, è stato sottoscritto da numerose personalità del mondo artistico, accademico, religioso e della società civile organizzata.

 

COMITATO GIUSTIZIA E LIBERTÀ PER ATENCO

LIBERTA’ E GIUSTIZIA PER ATENCO

Il 3 e 4 maggio del 2006 un’operazione di polizia ordinata dal Governo Federale, del Governo dello stato del Messico e del municipio di Texcoco diretta contro membri del Fronte dei Popoli in Difesa della Terra (FPDT) che manifestavano a sostegno del diritto al lavoro ed aòòa terra, ha prodotto come conseguenza uno degli episodi di repressione più gravi nella storia del Messico.

L’operazione di polizia ha causato l’incarcerazione di 207 persone, la morte di due ragazzi, violenze sessuali e abusi perpetrati ai danni di decine di donne e ragazze, episodi di torture e detenzioni illegali. Da allora sono stati registrati numerosi episodi di irregolarità giudiziarie e criminalizzazione degli abitanti, e dodici persone sono attualmente detenute ingiustamente, come Ignacio Del Valle condannato a centododici anni di prigione, Felipe Alvarez e Hector Galindo condannati a sessantasette anni; e altre nove persone (Oscar Hdz. Pacheco, Alejandro Pilon, Julio Espinosa, Juan Carlos Estrada, Jorge Ordonez, Adan Ordonez, Narciso Arellano, Ines Rodolfo Cuellar y Eduardo Morales) che sono stati condannati ognuno a trentuno anni, undici mesi e quindici giorni di carcere. E’ necessario ricordare inoltre che America Del Valle (la figlia di Ignacio) e Adan Espinosa Rojas sono tutt’ora in condizione di perseguitati politici e che altre cinquantadue persone risultano inquisite, anche se in stato di libertà.

Le irregolarità riscontrate nei processi penali mostrano chiaramente che ci troviamo di fronte a un tentativo dello Stato di reprimere uno dei popoli che più fieramente combatte per difendere la propria terra, le proprie risorse naturali e tradizioni culturali. E’ preoccupante, inoltre, che la repressione contro i membri del FPDT risulti essere un caso emblematico all’interno di un contesto di violenza generalizzata contro le organizzazioni e i movimenti che esercitano il legittimo diritto alla contestazione, alla manifestazione delle proprie idee e alla resistenza attiva contro politiche governative. E’ per questa ragione che noi firmatari dell’appello, di diverse nazioni, organizzazioni, movimenti e professioni esigiamo dalle autorità del governo messicano:
– la liberazione dei dodici prigionieri politici di Atenco
– la cancellazione degli ordini di cattura per  America Del Valle e Adan Espinosa Rojas
– la revoca e l’annullamento delle sentenze
– il rispetto incondizionato dei diritti umani per prigionieri e perseguitati politici
– la condanna dei responsabili delle violazioni di diritti umani commesse e perpetrate ad Atenco
– la fine della campagna di criminalizzazione ai danni dei movimenti sociali messicani

A Sud aderisce all’appello ed è parte della Campagna internazionale Libertad y Justicia per Atenco.

Vedi la video intervista a Trini del Valle (sposa di Ignacio), realizzata durante la missione di A Sud in Messico nel settembre 2008.

 

Maggiori informazioni:  www.atencolibertadyjusticia.com

Traduzione di Francesca Casafina