13 Novembre: Fermare Il Biocidio. Evento Pubblico Internazionale

13 novembre: Fermare il Biocidio. Evento pubblico internazionale

13fermarebiocidio1Nell’ambito della settimana di attività del progetto Ejolt a Roma, un evento pubblico serale sul Biocidio: le conseguenze sociali e sanitarie della contaminazione ambientale e come esse si traducano in fattori di razzismo ambientale, di ingiustizia, di violazione di diritti, a partire da quello alla salute. Dall’America Latina, all’India, alla Nigeria, alla Campania e al Lazio, riflessioni e testimonianze in difesa dei territori e di chi li abita.

Un’iniziativa ospitata da un posto emblema dei percorsi sociali di rivendicazione e di riappropriazione di spazi e di diritti dal basso: l’edificio abbandonato dell’INPDAP, occupato da Action, movimento per il diritto all’abitare che da anni si occupa di garantire il diritto alla casa alle migliaia di persone che soffrono le conseguenze dell’emergenza abitativa a Roma.

 

FERMARE IL BIOCIDIO

GIUSTIZIA AMBIENTALE NEL MONDO

Difesa della Salute e Tutela delle Comunità

 

 

13 NOVEMBRE  | h.17.00

Auditorium S. Croce Occupato

Via Santa Croce in Gerusalemme n.59

 

Distribuire finalmente in maniera equa benefici e svantaggi delle attività umane su tutti, e non solo su alcuni, vuol dire non dover scegliere mai più territori e comunità sacrificabili. Un confronto di esperienze tra attivisti e accademici al lavoro in tutto il mondo per la giustizia ambientale.

 

Intervengono:

Vandana Shiva |Biologa e attivista – INDIA

Marica Di Pierri |A Sud – ITALIA

Godwin Ojo |Era – NIGERIA

Joan Martinez Alier |UAB –  SPAGNA

Gustavo Gomez |Procuratore – ARGENTINA

Egidio Giordano |StopBiocidioCampania – ITALIA

 

 

SCARICA LA LOCANDINA

 

L’evento è pubblico. Non c’è bisogno di registrazione o accredito. 

Info e contatti: maricadipierri@asud.net