Clim’Act – Youth for Climate 27 giugno, 2017 | Redazione A Sud

Schermata 2017-07-06 alle 12.54.09

 

IL PROGETTO

 

Per rispondere all’enorme sfida posta a livello globale dal cambiamento climatico, Clim’Act vuole promuovere un’esperienza di capacity building per il campaining sociale sulla giustizia climatica, rivolta a giovani ed educatori. Il progetto rappresenta un’opportunità unica per giovani italiani, bulgari, ecuadoriani e nigeriani di diverse estrazioni sociali, economiche e culturali, per incontrarsi, mettere a confronto le loro esperienze, collaborare e lavorare in squadra per individuare e implementare strumenti utili a combattere il cambiamento climatico.

 

LE ATTIVITÀ

 

Il progetto prevede l’organizzazione di un Climate Camp intensivo di formazione e capacità building mirato a un target giovanile, con l’obiettivo di costruire una campagna internazionale condivisa tra tutti i partner sul tema del contrasto al riscaldamento globale.

 

Il Clim’Act CAMP si terrà dal 9 al 16 luglio a Roma, nel parco dell’Aniene, presso le strutture del CSA La Torre.  La campagna, che sarà elaborata dai partecipanti durante il camp, sarà lanciata in autunno, per fare pressione sui decisori politici che prenderanno parte alla Cop23 di Bonn sui cambiamenti climatici, prevista dal 6 al 17 novembre 2017.

 

 

Vai al CAMP

Scarica il programma del camp

Leggi il comunicato e scopri tutti i dettagli

 

 

 

La mission del progetto Clim’Act mira a realizzare quattro obiettivi principali:

 

  • Potenziare l’educazione alla cittadinanza attiva nel campo dei cambiamenti climatici, grazie ad un percorso collettivo di formazione informale, al rafforzamento degli scambi tra partner e alla cooperazione internazionale incentrata sul lavoro con i giovani;
  • Sviluppare competenze chiave per i giovani mediante capacity building in campagne contro il cambiamento climatico, in particolare competenze digitali nella gestione dei social media, abilità linguistiche, interculturali e civiche mirate all’accrescimento della consapevolezza culturale favorito dalla cooperazione internazionale, l’apprendimento partecipato e la cittadinanza attiva;
  • Rafforzare la capacità dei giovani di seguire e analizzare i processi decisionali internazionali relativi ai cambiamenti climatici. Le attività di capacity building e realizzazione di campagne forniranno capacità analitiche e proattive affinché i giovani possano condurre azioni di sensibilizzazione ed esprimere la loro posizione sui summit negoziali delle Nazione Unite sul clima COP 23 e COY 13 che si terranno a Bonn nel novembre 2017;
  • Migliorare l’inclusione sociale di giovani svantaggiati attraverso la collaborazione interculturale e la cittadinanza attiva.

 

Per raggiungere tali obiettivi, il progetto prevede di realizzare due macro attività:

 

 

Il Clim’Act Camp

 

Un coinvolgente campo estivo di sei giorni a luglio 2017 nella Riserva Naturale della Valle dell’Aniene a Roma, per fornire competenze chiave e sviluppare le abilità di 24 giovani e 13 educatori provenienti da Nigeria, Bulgaria, Ecuador e Italia, in modo da rafforzare nei giovani la capacità di ideare e portare avanti campagne sui cambiamenti climatici.
Il workshop consiste in un incontro internazionale sul clima, caratterizzato da una logistica ecologica che stimoli comportamenti e consumi sostenibili. Si avvarrà di strumenti quali apprendimento reciproco, scambio di pratiche e conoscenze, team building, lezioni e attività creative e partecipative che rafforzino le capacità e portino ad una strategia di campagna sui cambiamenti climatici collettiva e coordinata. Una campagna costruita dal basso permetterà un maggiore sviluppo di competenze e capacità giovanili nel campaigning sociale ed ambientale.

 

Vai al CAMP

Scarica il programma del camp

Leggi il comunicato e scopri tutti i dettagli

Il racconto del Camp

Il video del Camp
Le foto del Camp

 

Le interviste:

 

Ruchi Shroff – Navdanja International
Luca Saltalamacchia – Avvocato Ikebiri contro ENI
Thor Markussen – Friends of Earth Europe
Marie Toussaint - Notre affaire à tous
Letizia Galli – Medici senza Frontiere
Luca Visone – Medici senza Frontiere
Valerio Gatto – SemiVolanti
Marcelo Echeverria – La Incre
Faikham Harnnarong – Thailandia
Libre-Joe Maimoni Mariere – Nigeria
Ani Koleva - Bulgaria
Jorge Espinosa – Ecuador

 

 

I Partner del progetto

 

Il partenariato Clim’Act è composto da quattro organizzazioni che si occupano di giustizia climatica provenienti da Bulgaria, Ecuador, Italia e Nigeria:

 

Accion Ecologica / ECUADOR
Fondata in Ecuador nel 1989, Accion Ecologica è una delle più importanti organizzazioni di giustizia climatica e ambientale dell’America Latina. Membro del network Oilwatch
www.accionecologica.org
www.oilwatch.org/en/

 

A Sud / ITALIA

Fondata nel 2003, A Sud promuove la giustizia ambientale in Italia e a livello internazionale, fornendo supporto a comunità locali impattate e attive in conflitti ambientali. Membro del network Ejolt
www.asud.net
www.ejolt.org

 

E.R.A. / NIGERIA

Fondata nel 1993, ERA è tra le maggiori organizzazioni di giustizia ambientale in Nigeria, con oltre 200 volontari in tutto il paese. ERA è membro di Friends of the Earth International e di Oilwatch.
www.erafoen.org
www.foei.org
www.oilwatch.org/en

 

ZaZemiata / BULGARIA

Fondata nel 1995, ZaZemiata è una delle maggiori organizzazioni ambientaliste in Bulgaria, impegnata nello sviluppare alternative sostenibili al modello energetico basato su fonti fossili. Membro di Friends of the Earth Europe
www.foeeurope.org

 

Finanziamento

 

Schermata 2017-07-06 alle 11.16.06 Il progetto CLIM’ACT è cofinanziato dal Programma Erasmus+ dell’Unione Europea

 

Scarica i materiali

 

Per scaricare il materiale in inglese, bulgaro e spagnolo, visita il sito: http://youthforclimate.net/

Tags:



Back to Top ↑