Un’altra vittoria per Asoquimbo 2 maggio, 2017 | Redazione A Sud

Un altro trionfo per la resistenza: ENEL EMGESA ritira l’azione legale verso Miller Dussàn di Asoquimbo.

 

Il 17 aprile 2017 Enel Emgesa in risposta alla sollecitudine del Centro per la Democrazia al ritiro della querela contro Miller Dussàn ha comunicato che “ha decretato il passato 28 marzo davanti alla Fiscalìa Generale della Nazione con uno scritto di ritiro dell’azione penale promossa dall’impresa contro il signor Miller Dussan Calderon, all’interno dell’investigazione criminale portata avanti verso l’imputato di occupazione di terra. In conseguenza di ciò sarà l’ufficio istruttore di riconoscimento che dovrà emettere la decisione corrispondente di cessazione della causa entro i termini stabiliti dalla legge”.

 

La decisione di ritirare la causa arriva dopo che il 30 marzo del 2017 il Giudice Penale del Tribunale di Garzon, Huila, precludeva la domanda contro Elsa Ardila e Miller Dussan posta da Emgesa, per l’accusa di “ostruzione di vie che impattano l’ordine pubblico”, e segnalò che non c’è stato delitto se non l’esercizio legale di una protesta sociale.

 

La decisione del giudice confermò le argomentazioni delle 71 organizzazioni che firmarono un Manifesto dove si sollecitava l’archiviazione del processo iniziato da EMGESA esplicitando che “abbiamo la ferma convinzione che i casi legali contro questi due leader ambientali risponde a una chiara strategia di intimidazione giudiziaria, il cui obiettivo finale è minare la resistenza regionale contro le mega- dighe e i progetti estrattivi regionali.

 

Asoquimbo ribadisce che il riconoscimento della legittimità della protesta sociale da parte dei giudici obbedisce, da una parte alle prove irrefutabili che ha presentato l’avvocato difensore German Romero, all’azione di resistenza di contadini e pescatori vittime di Emgesa e alla solidarietà internazionale contro la criminalizzazione della protesta, coordinata da Democracy Center.

Tags:



Back to Top ↑