Trionfa l’egoismo, Usa fuori dall’accordo di Parigi 2 giugno, 2017 | Redazione A Sud

Schermata 2017-06-02 alle 10.18.45[Marica Di Pierri su Huffington Post, 1 giugno 2017]

“Prima gli Italiani”. Ultimi, i destini del pianeta.

 

Tanto tuonò che piovve. È stata ufficializzata poco fa l’assurda decisione dell’amministrazione Trump  di recedere dall’Accordo di Parigi  sulla lotta ai cambiamenti climatici. Assurda perché mina alle basi il già debole accordo di Parigi, ignora i moniti sempre più allarmanti della comunità scientifica e passa come un rullo sulle speranze dei popoli del mondo. L’inquilino della Casa Bianca più singolare che gli States abbiano mai avuto contribuisce così a scrivere una pagina nera della moderna governance globale.

 

Le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi  sono state confermate senza colpi di scena: Donald Trump ha deciso di rinnegare gli impegni presi dagli Usa a Parigi, e lo ha fatto senza neppure interpellare il Congresso. Dopo la mancata ratifica del Protocollo di Kyoto, con il recesso dal quadro di impegni assunti a Parigi gli Usa si confermano una delle bandiere dell’egoismo globale.

 

CONTINUA A LEGGERE SU HUFF POST

 

 

Tags:



Back to Top ↑