“Veleni, malattie e repressione. Ma in Basilicata non smettiamo di lottare contro lo Sblocca Italia”. Intervista a Francesco Masi

[Di  Monica Pepe su: Zeroviolenza] D. Dall'Enichem alla Val D'Agri, la storia recente della Basilicata è intrecciata a doppio filo con il petrolio. Come è cambiata negli anni la vostra regione? R. Il mio rapporto con la Val Basento (Pisticci, Ferrandina) nasce sull'onda del coinvolgimento sindacale nella…

LEGGI TUTTO

La FIDH consegna il rapporto sul massacro di Bagua

Chiede di ristabilire il carattere inalienabile, imprescrittibile e intoccabile dei territori indigeni, di sospendere le concessioni a lungo termine alle imprese estrattive, di esercitare il diritto alla consultazione, di derogare le norme che violano i diritti indigeni e di non criminalizzare l'esercizio di questi diritti. La missione della Federazione Internazionale dei Diritti Umani (FIDH) costituita da Rodolfo Stavenhagen, membro della Giunta Direttiva dell'Istituto Interamericano per i Diritti Umani, ex relatore delle Nazioni Unite per i popoli indigeni dell'ONU, e la sorella Elsie Monge, direttrice esecutiva della Commissione Ecumenica per i Diritti Umani dell'Ecuador, ha emesso il suo rapporto sul Massacro di Bagua, avvenuto il 5 giugno dell'anno scorso nella regione peruviana dell'Amazzonia.
LEGGI TUTTO

Colombia:2000 Indigeni embera del Choco costretti a lasciare le loro terre

Pubblichiamo l'appello del Gruppo Missionaria "Vita, Giustizia e Pace" di Quibdó:

Azione Urgente

L'Associazione dei Capi Indigeni Embera, Wounaan, Katio, Chami e Tule del Dipartimento del Choco (ASOOREWA) e il gruppo "Vita, Giustizia e Pace" della Diocesi di Quibdó, denunciano la grave situazione di fame e denutrizione infantile che sta investendo le comunità indigene della valle dell' Alto Bojayá e dell'imminente pericolo di una migrazione di massa.
LEGGI TUTTO

Processo a 17 collaboratori di Pinochet

Il processo a 17 collaboratori di Augusto Pinochet, tra i quali il vecchio capo della polizia segreta della giunta militare ed il fondatore della Colonia Dignidad, per la scomparsa di quattro francesi durante la dittatura militare cilena (1973-90) avrà luogo il prossimo maggio al Tribunal Criminel di Parigi. Il giudizio, il primo di questo tipo che investe la dittatura di Pinochet, avrà luogo dal 19 al 23 maggio. Gli accusati, che presumibilmente saranno giudicati in contumacia, tutti cileni, eccetto un argentino, e quasi tutti militari, sono imputati per arresto e sequestro arbitrario accompagnati da torture e barbarie, o per complicità in questi reati.   
LEGGI TUTTO

Perù: dura repressione delle proteste contadine

Prima ha minacciato di vendere il Paese alle multinazionali, poi a insultato la categoria degli insegnanti e coloro che difendono la sovranità e la dignità del popolo peruviano. Ancora: denigra i medici e a chiunque si permetta di contraddire o esprimere opinioni differenti lo taccia di "estremista" o "comunista pericoloso" e "nemico dello sviluppo del Paese". Perchè, nel suo nuovo credo, solo le multinazionali possono portare capitale privato nel paese, meglio ancora se sono multinazionali minerarie. Il premier del Perù Alan Garcìa sta sfornando una serie di decreti legislativi che convertono in criminali tutti quelli che decidono di ricorrere al loro diritto di protestare democraticamente contro le politiche neoliberali del governo.
 
LEGGI TUTTO

Colombia: Ucciso sindacalista

Alla fine dello scorso novembre una fondamentale decisione giuridica veniva approvata in silenzio: la condanna imposta da un giudice specializzato a due ex guardie dell'autodifesa per l'omicidio del leader sindacale Luciano Romero Molina, avvenuto il 10 settembre del 2005. Il fatto di per se non avrebbe una grande rilevanza e costituirebbe una condanna in più nel sistematico sterminio dei sindacalisti in Colombia. Se non fosse che, secondo il giudice José Nirio Sánchez, chi ha ordinato il crimine sarebbe stato l'ex capo paramilitare Rodrigo Tovar Pupo, conosciuto come Jorge 40, e perché esistono indizi che collegano la multinazionale Nestlé con l'omicidio.
LEGGI TUTTO