Popoli Indigeni e Cambiamento Climatico

Nei giorni di Copenaghen, mentre si discute delle misure da adottare per far fronte al cambiamento climatico che mette in ginocchio sempre più economie e popolazioni, soprattutto del sud del mondo, riproponiamo la dichiarazione dei popoli indigeni di Abya Yala sul cambiamento climatico, diffuso al termine dell'evento internazionale “La Custodia dei Popoli Indigeni alla Diversità bioculturale: gli effetti della deforestazione e le emissioni di gas nel cambiamento climatico”, tenutosi a La Paz, Bolivia nel marzo dell'anno scorso.

LEGGI TUTTO

Panama: popolo Naso minacciato di espulsione

 

Le minacce d'espulsione che le popolazioni Naso stanno subendo possono essere prossime alla concretizzazione. In seguito alla visita di José R. Mulino, Ministro del Governo e della Giustizia di Panama, il 27 ottobre scorso, nella zona di conflitto tra il popolo Naso e l'impresa Allevatrice Bocas, le comunità di San San e San San Druy hanno deciso di reclamare il rilascio dei propri territori e invocare aiuto.

LEGGI TUTTO

La FIDH consegna il rapporto sul massacro di Bagua

Chiede di ristabilire il carattere inalienabile, imprescrittibile e intoccabile dei territori indigeni, di sospendere le concessioni a lungo termine alle imprese estrattive, di esercitare il diritto alla consultazione, di derogare le norme che violano i diritti indigeni e di non criminalizzare l'esercizio di questi diritti. La missione della Federazione Internazionale dei Diritti Umani (FIDH) costituita da Rodolfo Stavenhagen, membro della Giunta Direttiva dell'Istituto Interamericano per i Diritti Umani, ex relatore delle Nazioni Unite per i popoli indigeni dell'ONU, e la sorella Elsie Monge, direttrice esecutiva della Commissione Ecumenica per i Diritti Umani dell'Ecuador, ha emesso il suo rapporto sul Massacro di Bagua, avvenuto il 5 giugno dell'anno scorso nella regione peruviana dell'Amazzonia.
LEGGI TUTTO

L’Australia chiede scusa agli aborigeni

L'Esecutivo laburista cerca la riconciliazione tra i bianchi e gli indigeni per affrontare nel migliore dei modi le sfide del futuro. Si è svolto oggi l'atto di perdono ufficiale durante il quale il Governo del laburista Kevin Rudd ha chiesto scusa agli indigeni per aver subito la colonizzazione dei bianchi nel secolo XX. L'atto, al quale hanno assistito le tribù di tutto il paese e che ha preceduto l'inaugurazione della sessione legislativa, segna un cambiamento radicale nella politica nei riguardi degli indigeni. L'evento è stato diretto da Matilda House, leader del clan dei Ngannawal, padroni originari dei territori sopra i quali si sono costruiti gli edifici del Parlamento.
LEGGI TUTTO

Colombia:2000 Indigeni embera del Choco costretti a lasciare le loro terre

Pubblichiamo l'appello del Gruppo Missionaria "Vita, Giustizia e Pace" di Quibdó:

Azione Urgente

L'Associazione dei Capi Indigeni Embera, Wounaan, Katio, Chami e Tule del Dipartimento del Choco (ASOOREWA) e il gruppo "Vita, Giustizia e Pace" della Diocesi di Quibdó, denunciano la grave situazione di fame e denutrizione infantile che sta investendo le comunità indigene della valle dell' Alto Bojayá e dell'imminente pericolo di una migrazione di massa.
LEGGI TUTTO

Martinelli volta le spalle alle delegazioni indigene

Panama, numerose delegazioni indigene si sono riunite nella capitale panamense lunedì 12 ottobre, per commemorare il Giorno della Resistenza Indigena con una lunga marcia  - da San Felix, provincia di Chiriqui fino a Panamà - diretta verso il palazzo presidenziale. Nel calendario latinoamericano, il 12 ottobre non è il giorno della commemorazione della "scoperta" dell'America o il giorno della "razza". I popoli indigeni stanno portando avanti la loro lotta contro l'invasione europea e la data del 12 ottobre 1492 non é altro che il momento d'inizio della conquista europea dell'America Latina.  
LEGGI TUTTO