Diritti umani

Cile: crepe dal terremoto

12 marzo, 2010 | Redazione A Sud

La denuncia di un docente universitario (Alvaro Cuadra) delle falle dello stato cileno rese evidenti dal terremoto. – Il nostro paese ha sofferto un terremoto di magnitudo mondiale. Tutti sappiamo che non è stato il

Libero scambio, ma al ribasso

5 marzo, 2010 | Redazione A Sud

[Giuseppe De Marzo A Sud su Carta.org] L’Unione europea ha concluso trattati di libero scambio bilaterali con Perù e Colombia. Pochissima attenzione ai diritti umani e sociali. La negoziazione degli «accordi di associazione» era partita

Verso la ricostruzione della nazione mapuche

1 febbraio, 2010 | Redazione A Sud

Dinnanzi al processo di mobilitazione delle comunità mapuche in Cile, il governo nazionale intraprende un rigido  piano contro gli originari del paese  - Stanche di aspettare il lento bonifico di terre dello Stato e il sempre problematico riconoscimento dei loro diritti, decine di comunità mapuche hanno iniziato un processo di mobilitazioni che sta ricevendo la dura risposta dello Stato .cileno. Sono già mesi che le comunità mapuche si fanno sentire. Migliaia di mapuche sono giunti lo scorso 22 ottobre fino all'Intendenza Regionale a Temuco (capitale dell'Araucanía, 700 chilometri al sud di Santiago), per respingere la violenza dei Finanzieri che avevano sparato contro bambini.


Allarme per il genocidio indigeno in Colombia

29 gennaio, 2010 | Redazione A Sud

di Bartolomè Clavero - MEMBRO DEL FORUM PERMANENTE DELLE NAZIONI UNITE PER LE QUESTIONI INDIGENE  “Si sollecita lo Stato colombiano ad invitare l'Assessore Speciale per la Prevenzione del Genocidio delle Nazioni Unite per monitorare la situazione delle comunità indigene minacciate dallo sterminio culturale o fisico, secondo l'Atto 004 (del 2009) della Corte Costituzionale. Ugualmente, si sollecita lo Stato a continuare la sua cooperazione con la Procura Generale  della Corte Penale Internazionale”. E' una delle raccomandazioni della Relazione sulla Situazione dei Popoli Indigeni in Colombia del Relatore Speciale delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani e le libertà fondamentali degli indigeni, James Anaya. La Relazione del Relatore Speciale che lo precedeva  Rodolfo Stavenhagen, già aveva dato la voce di allarme attraverso la commissione “veri  genocidi e etnocidi” in Colombia. La Corte Costituzionale Colombiana si è riferita  all'imperativo di prevenire “ il genocidio”, tra gli altri, di indigeni. La luce di allerta per il Genocidio è accesa.


Colombia: pubblicato il Rapporto delle Nazioni Unite sui popoli indigeni

22 gennaio, 2010 | Redazione A Sud

Il relatore speciale delle Nazioni Unite sui popoli indigeni James Anaya ha reso pubblica pochi giorni fa la sua relazione stilata dopo la visita di monitoraggio realizzata in Colombia nel luglio 2009 per verificare l'attuazione delle raccomandazioni del suo predecessore. Nei prossimi giorni il documento completo - tradotto in italiano - sarà disponibile sul nostro sito. Qui sotto i punti salienti del documento ONU.


TAV: riprendono i lavori. Manifestazione il 23

20 gennaio, 2010 | Redazione A Sud

Benedetta sia la Tav di Ezio Bertok NoTav Torino [su CARTA.ORG il 19 Gennaio 2010] Certo è che sono proprio messi male questi simpatici fedeli di centro destra e di centro sinistra uniti nella lotta contro il Male e costretti a mendicare l’aiuto divino: non avendo ragioni da spiegare e bandiere da sventolare ricorrono ai crocefissi quasi si trattasse di una nuova crociata contro gli infedeli.


Né lacrime di coccodrillo né silenzio: Solidarietà al popolo haitiano

18 gennaio, 2010 | Redazione A Sud

La tragedia bussa ancora una volta alla porta di Haiti, ma questa volta sotto forma di un terribile terremoto del 7° grado della scala Richter che ha devastato il paese lasciandolo in macerie. Non si hanno dati esatti sul numero di vittime, ma la Croce Rossa parla di circa 3 milioni di persone danneggiate, mentre il numero dei morti potrebbe essere di oltre 100.000 persone – una cifra orrenda tenuto conto che il paese ha una popolazione di soli 8 milioni di abitanti. Le immagini arrivate dei sopravvissuti schiacciati sotto le macerie chiedendo aiuto, dei bambini feriti, dei familiari in lacrime per i loro cari morti, dipingono l'orrore di questa tragedia meglio di mille parole.



Back to Top ↑