criminalizzazione

Manifesto in difesa del MST

30 settembre, 2009 | Redazione A Sud

Di fronte ai tentativi di delegittimazione e di criminalizzazione portati avanti, con determinazione crescente dallle istituzioni pubbliche brasiliane contro il Movimento dei Sem Terra, numerose organizzazioni internazionali hanno firmato e diffuso un Appello in difesa del MST. A Sud ha aderito e firmato il manifesto, che alleghiamo qui di seguito.


Perù: termina oggi lo sciopero nazionale indetto dai movimenti

9 luglio, 2009 | Redazione A Sud

I movimenti indigeni e sociali del Perù hanno indetto per il 7,8 e 9 di luglio tre giornate di sciopero nazionale, lanciati dalla Piattaforma del Fronte Nazionale per la Vita e la Sovranità. La mobilitazione vuole ribadire il rifiuto della società civile peruviana alla gestione autoritaria e corrotta del governo Garcìa, il mancato rispetto delle promesse elettorali, la sempre maggiore offensiva delle imprese nei territori rurali e indigeni, la crescente criminalizzazione della protesta sociale.

Honduras: giovedì Zelaya torna nel paese. Oggi sit-in a Roma

30 giugno, 2009 | Redazione A Sud

 

 

“Il mio mandato finisce il 27 gennaio del 2010. Mancano sette mesi e saranno in Honduras perché; dopo essere andato a Washington tornerò a Tegucigalpa. Tornerà il presidente eletto dal popolo”. Con queste parole il presidente dell'Honduras Manuel Zelaya ha annunciato la sua intenzione di tornare nel suo Paese e riprendersi la presidenza dopo il colpo di Stato che domenica lo ha costretto a fuggire in Nicaragua. Le sue dichiarazioni sono arrivate nel corso di un vertice straordinario dell'Alba (Alianza bolivariana de las Americas, al quale erano presenti, tra gli altri, i leader di Venezuela (Hugo Chavez), Cuba (Raul Castro), Bolivia (Evo Morales), Nicaragua (Daniel Ortega) ed Ecuador (Rafael Correa).


CUBA: Corte Suprema USA respinge ricorso dei cinque cubani

24 giugno, 2009 | Redazione A Sud

La Corte Suprema di Giustizia degli Stati Uniti ha rifiutato lunedì scorso di esaminare il caso dei cinque cittadini cubani detenuti ingiustamente da più di dieci anni nelle carceri del paese. La difesa dei “Cinque” - come sono conosciuti internazionalmente - ha chiesto alla principale Corte degli Stati Uniti di riconsiderare la risoluzione giudiziaria, sostenendo che i cinque detenuti non sono stati sottoposti ad un giudizio giusto a Miami, dove risiede il nucleo centrale della controrivoluzione cubana.

Perù: verso la deroga dei decreti contestati

17 giugno, 2009 | Redazione A Sud

I rappresentanti di 390 comunità indigene e il presidente del Consiglio dei Ministri, Yehude Simon, hanno sottoscritto lo scorso lunedì 15 giugno un documento di intesa. L'esecutivo si è impegnato a inviare al Congresso, entro domani, un progetto per la deroga dei decreti legislativi 1090 e 1064. Il documento di intesa prevede anche la creazione di un Gruppo Nazionale di Coordinamento per lo Sviluppo dei Popoli Amazzonici.


IV Vertice amazzonico esprime solidarietà ai popoli del Perù

16 giugno, 2009 | Redazione A Sud

Si è concluso a Tarapoto la settimana scorsa il IV Vertice Amazzonico. Alleghiamo la dichiarazione finale, incentrata sulla repressione in Perù e sulle politiche anti democratiche imposte dai governi contro il volere dei popoli e delle comunità.

BUEN VIVIR PER UN ALTRO PARADIGMA DI CIVILTA’

15 giugno, 2009 | Redazione A Sud

Documento finale di Pueblo A Sud 2009. Rocca di Papa 12-14 giugno. Denunciamo l'illegittimità del G8. Denunciamo come sia il modello di sviluppo economico e sociale dominante ad aver provocato la crisi che investe tutta l'umanità e il pianeta.

Crisi di varia natura ma interdipendenti tra loro. Crisi ambientale, climatica, alimentare,  finanziaria, economica, migratoria, energetica.  Crisi che evidenziano il fallimento delle teorie della crescita, della produzione e del consumo attuate fino ad oggi.


Perù: sciopero della fame dei popoli indigeni contro il TLC con gli USA

8 maggio, 2009 | Redazione A Sud

Perù: i Popoli Indigeni andini e dell'Amazzonia annunciano al Congresso peruviano uno sciopero della fame. Chiedono l'approvazione da parte dell'Assemblea Plenaria della deroga ai decreti legislativi del TLC (Trattato di Libero Commercio) con gli Stati Uniti. Quarantadue dirigenti indigeni delle organizzazioni andine e amazzoniche si sono recati nella Sala Bolognesi del Congresso della Repubblica per annunciare che inizieranno immediatamente uno sciopero della fame se l'Assemblea non includerà nell'agenda delle discussioni la deroga ai decreti legislativi riguardanti il Trattato di Libero Commercio con gli Stati Uniti e che minacciano i diritti territoriali delle comunità indigene.


Back to Top ↑