Piano di Salvaguardia per 34 popoli indigeni colombiani

Il 21 e 22 aprile le autorità e i popoli indigeni colombiani hanno celebrato una Assemblea per socializzare l'importanza delll'Auto n.004, l'atto emesso dalla Corte Costituzionale che ordina al governo colombiano di eleborare un Piano di Salvaguardia, in accordo con le autorità indigene, per proteggere i diritti fondamentali delle comunità e dei popoli indigeni (nello specifico 34 popoli) sfollati a causa del conflitto armato o a rischio di sfollamento, nel segno del superamento dello stato della questione incostituzionale dichiarata nella sentenza T -025.

LEGGI TUTTO

Colombia: i crimini di Stato di Alvaro Uribe Velez

"Si può affermare, senza retorica alcuna e viste le dimensioni della tragedia del popolo colombiano, che il governo Uribe ha fatto del crimine di Stato la sua politica di Stato". Tra il 24 febbraio e l'11 marzo del 2009, la Commissione Etica Contro i Crimini di Stato in Colombia ha realizzato la sua sesta visita di monitoraggio nel paese. Tale commissione è un'iniziativa per salvaguardare la memoria collettiva delle vittime ed accompagnare il loro processo di denuncia e resistenza da parte della società civile internazionale.

LEGGI TUTTO

Colombia: la Comunità di Pace di San Josè compie 12 anni

Dodici anni di costruzione di speranza - Alleghiamo il comunicato diffuso dalla Comunità di Pace di San Josè de Apartado, in occasione dei 12 anni dalla costituzione della Comunità come luogo di pace e di costruzione di speranza. "Questi dodici anni sono un momento di riflessione per far fiorire la speranza. Momenti tanto oscuri come quelli che viviamo ci richiedono più volontà e azione per costruire questa speranza, questa si realizza soltanto quando rendiamo possibile ciò che crediamo impossibile, solo in quel momento assume senso la speranza e assumono valore questi dodici anni.
LEGGI TUTTO

Colombia: nuove minacce contro la Forza di Donne Wayùu

I Precedenti - Già alla fine di gennaio 2009 il difensore civico, nel Rapporto di Rischio 002-09, aveva lanciato l'allarme per la sicurezza di alcuni settori sociali che vivono nella penisola della Guajira, tra cui la comunità Wayuu dell'area rurale del Maicao, situata nei distretti di Montelara, la Majayura, Carraipìa e in particolare l'organizzazione Forza delle Donne, che si dedica tra l'altro - come è noto - alla denuncia dei crimini commessi da bande armate contro la comunità Wayuu di Maicao. Anche se alcune autorità ed istituzioni sono state chiamate a partecipare ad un consiglio di sicurezza, per affrontare le raccomandazioni contenute nel Rapporto di Rischio, la Forza delle Donne Wayuu non è stato chiamato a partecipare alla riunione, né tantomeno lo sono state le comunità Wayuu menzionate nel documento.

LEGGI TUTTO

L’ACEA asseta Bogotà

A Bogotà il servizio di acqua potabile è il più costoso del paese. - Uno studio pubblicato dal periodico colombiano Portafolio afferma che tra 20 anni il 70% della popolazione colombiana (circa 31 milioni di persone) soffrirà della grave minaccia della mancanza di acqua. La mancanza di acqua, la perdita dei ghiacciai e dei boschi, l'erosione della terra e la contaminazione delle acqua esigono strategie per garantire un futuro migliore.

LEGGI TUTTO

Colombia: Attentato contro Autorità Indigene Awà

L'Autorità Nazionale di Governo Indigeno della Colombia - ONIC denuncia e condannail vile attentato controle autorità indigeneAwa del Nariño Oscar Ortiz e Alex Guanga. Lanciamo un appello alle entità di governo e agli organismi di Diritti Umani per attivare e allertare la comunità nazionale ed interanzionale per garantire e tutelare l'integrità personale dei membri del Governo Proprio della UNIPA e del popolo Awa.

LEGGI TUTTO

Colombia: grande mobilitazione per l’acqua pubbica

Avanza il movimento sociale e cittadino del referendum per l'acqua! In preparazione della mobilitazione di domani 18 marzo, il Comitato Nazionale del referendum ha discusso nei gironi scorsi degli avanzamenti nazionali e regionali del movimento ed ha definito i dettagli della mobilitazione da discutere nelle varie assemblee popolari sull'acqua, che si sono svolte e si stanno svolgendo in molte regioni del paese in funzione preparatoria della mobilitazione.

LEGGI TUTTO

Indigeni nel mirino, la storia di Aida

di Marica Di Pierri Ass. A Sud, uscito nella Rubrica TERRA TERRA su Il Manifesto del 10.03.2009 - Il 16 dicembre 2008 Aida Quilcuè era appena tornata in Colombia da Ginevra, dove aveva partecipato al Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite. Aveva riferito con la determinazione di sempre sulle gravi violazioni dei diritti fondamentali di cui sono vittima le popolazioni originarie nel suo paese.

LEGGI TUTTO

Militarizzazione e petrolio in territorio U’wa

Alcuni anni fa in Italia come nel resto del mondo una forte campagna di solidarietà con il popolo indigeno colombiano U’wa riuscì a creare attorno al problema della difesa dei territori indigeni un’attenzione e un movimento di opinione fino ad allora inusuali. Gli U’wa avevano presentato allora il loro testamento, minacciando un suicidio di gruppo se la multinazionale petrolifera Occidental Petroleum [Oxy] non avesse abbandonato il loro territorio. Secondo la cosmovisione degli U’wa il petrolio rappresenta il sangue della terra, ed estrarlo equivale a violare la madre terra, compromettendone il ciclo vitale. In quella occasione si confrontarono due differenti concezioni del mondo e dello ‘sviluppo’. Da una parte la cosmovisione di un popolo che ha saputo vivere l’equilibrio con la natura e l’ambiente.
LEGGI TUTTO