Ecuador: Incontro Internazionale dei Popoli Indigeni

Nella città di Quito, i giorni 12, 13 e 14 marzo 2008, si sono riuniti 200 delegati delle organizzazioni dei popoli e delle nazioni indigene, delle organizzazioni contadine, e dei gruppi che garantiscono il giusto utilizzo delle acque della Colombia, Perù, Bolivia, Cile, Guatemala, Argentina ed Ecuador. Lo scopo era quello di dibattere sulla necessità di uno Stato Plurinazionale come meccanismo che permetta l’inglobamento della diversità nella costruzione di un modello giusto e equo, dove l’acqua sia considerata un diritto fondamentale alla vita.
LEGGI TUTTO

Il giorno della giustizia climatica

Da Cochabamba, Sebastián Ochoa  - Un tribunale etico internazionale giudica le denunce contro imprese e governi - Rappresentanti di organizzazioni sociali e per la difesa dei diritti umani sono riuniti in questi giorni in Bolivia per dibattere casi di inquinamento ambientale in America latina. Le sentenze avranno una portata morale e politica. Uno dei casi presentati riguarda lo scioglimento del ghiacciaio dell'Illimani, in Bolivia. 
 

LEGGI TUTTO

Bolivia e Uruguay: la sinistra si consolida

Le opzioni “bolivariane”, secondo i sondaggi, trionferanno nelle prossime elezioni -  Bolivia e Uruguay si preparano ad affrontare rispettivamente in Dicembre e in Ottobre, elezioni presidenziali e legislative di notevole importanza. In Bolivia c’è in gioco il progetto di cambiamento di Evo Morales, caratterizzato dall’approvazione di una nuova Costituzione, la quale ha permesso allo stesso di governare in favore dei più poveri, che costituiscono la maggioranza nel paese.

LEGGI TUTTO

Lo scandalo degli agrocombustibili nei paesi del Sud

Come sempre, in un progetto capitalista, vengono ignorate le cosiddette esternalità, ossia tutto ciò che non è compreso nelle logiche di mercato. Per contribuire a soddisfare la domanda energetica mondiale, verranno sacrificati centinaia di milioni di ettari di terra coltivabile - la maggior parte dei quali si trovano nei paesi del sud del mondo - destinati alla produzione di agrocombustibili.  Secondo le stime ufficiali, almeno 60 milioni di contadini verranno cacciati dalle loro terre. Il prezzo di queste "esternalità" - pagato dalle comunità e dagli individui e non dal capitale - è spaventoso.

LEGGI TUTTO

Guatemala: riprende il processo sulle sparizioni forzate di persone

Alla fine di agosto è ricominciato in Guatemala il processo contro l'ex militare Felipe Cusanero, presunto responsabile della sparizione forzata di sei persone nel villaggio di Choatalum, durante gli anni del conflitto armato interno. Numerose organizzazioni impegnate nella lotta in difesa dei diritti umani aspettano da tempo che la condanna contro Cusanero venga pronunciata.

LEGGI TUTTO

Costruire una strategia continentale di emancipazione partendo dai popoli

Si è tenuto a La Paz, in Bolivia, nelle scorse settimane il seminario internazionale “Crisi del capitalismo, Ricolonizzazione e Alternative Popolari”. In quest'occasione, delegati di organizzazioni sociali e politiche e intellettuali provenienti dalla Bolivia, dal Cile, dall'Argentina, dal Brasile, dal Perù, dal Messico e dalla Colombia, insieme a diplomatici delle ambasciate di Cuba, Venezuela e Nicaragua si sono scambiati idee e hanno tra loro dibattuto. In chiusura è stata redatta una dichiarazione che ha cercato di sintetizzare le conclusioni dell'incontro.

LEGGI TUTTO

Venezuela: Parlamento approva legge su educazione “bolivariana”

L'Assemblea nazionale venezuelana ha approvato la due giorni fa l'attesa riforma dell'educazione promossa dal presidente Hugo Chavez. Il voto è arrivato nella notte, dopo che per l'intera giornata migliaia di persone avevano marciato in due cortei paralleli per le strade della capitale Caracas, l'uno per sostenere l'altro per protestare contro quella che è stata definita la legge per l'educazione “bolivariana”.

LEGGI TUTTO

Cambiamento climatico e povertà

I cambiamenti delle stagioni hanno impatti gravissimi sui raccolti e sono causa di un aumento della fame nel mondo. Questi sono, però, solo alcuni dei cosi del cambiamento climatico pagati dai paesi più poveri. Un dato conosciuto, che viene confermato ancora una volta dal rapporto di Oxfam Internacional (IO) “Un'evidenza che fa male: il cambiamento climatico, la popolazione e la povertà”.

LEGGI TUTTO